In mostra da oggi a Pordenone Tonino Guerra. Diario di un poeta | Notizie.it
In mostra da oggi a Pordenone Tonino Guerra. Diario di un poeta
Lifestyle

In mostra da oggi a Pordenone Tonino Guerra. Diario di un poeta


TONINO GUERRA
DIARIO DI UN POETA
Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Pordenone Armando Pizzinato
sabato 3 dicembre 2011 – domenica 26 febbraio 2012

a cura di Michela Canzian e Marco Minuz

Si inaugura oggi a Pordenone la mostra Tonino Guerra. Diario di un poeta, allestita nello spazio Parco – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, dove sara’ visitabile fino al prossimo 26 febbraio.

Si tratta del piu’ vasto progetto espositivo ospitato presso uno spazio museale italiano dedicato all’attivita’ artistica di questa straordinaria figura della cultura dei nostri tempi. La mostra non si occupa dell’attivita’ di scrittore e di sceneggiatore di Tonino Guerra – che lo rese celebre in tutto il mondo accanto a registi come Fellini, Antonioni, Tarkovskij, Rosi, i fratelli Taviani, Anghelopulos – bensì esplora l’attivita’ artistica che da circa trent’anni porta avanti.

E’ quindi possibile vedere, raccolte all’interno della Galleria, esempi di tutte le manifestazioni di questo suo percorso artistico: gli acquerelli, i pastelli, i dipinti, gli affreschi, le sculture, le ceramiche, i libri d’artista, le grafiche.

Una selezione che nel suo insieme riunisce circa cento opere, a cui sono accostati alcuni brani della sua produzione poetica: parole e immagini dialogano assieme, per rendere ancora piu’ evidente la profonda vicinanza che le lega nel mondo di Tonino Guerra

Una selezione che nel suo insieme riunirà circa cento opere, esposte non con rigide segmentazioni basate sulla cronologia, sulla tecnica o su criteri tematici, bensì verranno raccolte in gruppi e a esse saranno accostati brani della sua produzione poetica. In tal modo, parole e immagini dialogheranno assieme e permetteranno di far comprendere al visitatore la profonda vicinanza che le lega e di come esse siano riflessi della sua poesia e della sua straordinaria sensibilità nel vedere il mondo.

Un percorso progettato seguendo i suggerimenti di Tonino Guerra che, assieme all’Associazione culturale Tonino Guerra di Pennabilli e allo stampatore d’arte Federico Santini, sono stati di fondamentale supporto all’organizzazione della mostra.

L’attività artistica per Guerra diventa un’ulteriore occasione per far affiorare in noi una sensibilità; come lui stesso scrive: ‘Per un certo periodo della mia vita mi sono fatto tenere compagnia dal desiderio di far vedere delle figure, delle cose e sono ricorso ai pastelli. In seguito mi sono sempre più affezionato a questo mio interesse sapendo di non essere Picasso, consapevole della mia strada verso la decorazione.

I miei quadri vogliono tenere compagnia, sono come degli appunti, dei racconti, delle poesie, delle storie che possono rendere più dolci i muri e suggerire delle favole. Sono tanti piccoli cavalli di Troia per entrare
nella memoria di chi guarda
.’

Vi sono mostre pensate per celebrare avvenimenti, mostre per riportarci a sfarzi oramai passati/trascorsi, mostre per cercare nuove alchimie, altre, banalmente, per raggiungere traguardi solo numerici – leggiamo nel testo introduttivo del catalogo che sarà realizzato per l’occasione.

Con Tonino Guerra vogliamo semplicemente rimanere il più fedele possibile alle sue parole e alla sua poesia. Durante i nostri incontri, ci ha invitati ad abbandonare l’idea di una mostra di pittura in senso classico e a immaginare invece una mostra di suggerimenti, come fosse il diario di un poeta. Le sue parole più volte hanno ribadito la stanchezza verso quell’atteggiamento che la gente spesso assume quando guarda le opere di un’esposizione, un atteggiamento che lui, nella sua schiettezza, riassume nell’espressione come quando si fa visita a un morto.

Il suo desiderio è che la mostra diventi un’occasione per imparare di nuovo a respirare, a vivere la magia di un incontro, come entrare in un bosco e sentire che i profumi possono avere perfino un colore, e accorgersi che le foglie, come le parole, ‘possono rubare i colori alle nuvole e dondolare al vento‘. Si è voluto così rimanere più fedeli possibile a queste poetiche visioni con una mostra che permetta ai visitatori di tessere sottili fili di magia fra le parole e le immagini.

Durante il periodo di allestimento della mostra – che si avvale del supporto tecnico di Pnbox, e rimarrà aperta fino al 26 di febbraio 2012 – saranno organizzati una serie di eventi collaterali, tra poesia e cinema, per affiancare all’attività artistica del grande poeta e sceneggiatore alcuni esempi della sua produzione più nota al grande pubblico.

In particolare, in collaborazione con Biblioteca Civica di Pordenone, saranno presentati una serie di incontri, reading e letture sceniche con la Poesia di Tonino Guerra, mentre la collaborazione con Cinemazero sarà al centro di una serie di incontri e proiezioni con il Cinema di Tonino Guerra.

In programma, ancora, un concerto evento con Remo Anzovino organizzato da Amici di PARCO e un programma di percorsi assistiti, una conferenza organizzata dalla Compagnia delle Rose e con la collaborazione di Amici di PARCO, una serie di Attività Didattiche realizzate con Eupolis Studio Associato che presenterà laboratori su prenotazione per le scuole dedicate al mondo poetico e alle tecniche artistiche di Tonino Guerra


Contatore accessi gratuito

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche