×

In scadenza l’obbligo dell’etichetta sull’origine del latte: cosa cambia dal 2022

Il 31 dicembre 2021 scadrà l'obbligo di mettere l'etichetta per identificare l'origine del latte. Cosa potrebbe accadere a partire dal 2022

Etichetta latte

Il 31 dicembre 2021 scadrà l’obbligo di etichettatura dell’origine del latte. Etichettatura che rendeva semplice ai consumatori conoscere l’origine di latte e formaggi italiani. Cosa potrebbe accadere a partire dal 2022.

Etichetta sul latte, a fine 2021 non sarà più obbligatoria: cosa cambia per i consumatori

Chi acquista latte, formaggi e altri prodotti caseari sarà inevitabilmente svantaggiato dalla rimozione dell’etichettatura sull’origine degli alimenti. Certamente sarà più difficile rintracciare gli alimenti al 100% italiani e ci sarà il rischio che alcuni prodotti stranieri vengano spacciati per nostrani. 

Etichetta sul latte, a fine 2021 non sarà più obbligatoria: l’allarme di Coldiretti

Ettore Prandini, direttore di Coldiretti, ha lanciato l’allarme: “Si tratta di un passo indietro pericolosissimo rispetto a un percorso di trasparenza che nel corso degli anni ha portato indiscussi benefici ai cittadini consumatori e alle imprese della filiera agroalimentare che hanno puntato sul 100% made in Italy“.

Etichetta sul latte, a fine 2021 non sarà più obbligatoria: l’appello al Governo

Per questo motivo l’associazione si rivolge direttamente al Governo: “Chiediamo di intervenire con urgenza per la proroga del decreto sul latte e i formaggi e per tutti gli altri in scadenza. L’Italia ha il dovere di fare da apripista nelle politiche alimentari comunitarie, poiché in un momento difficile per l’economia dobbiamo portare sul mercato il valore aggiunto della tracciabilità con l’obbligo di indicare in etichetta l’origine di tutti gli alimenti, venendo incontro alle richieste dei consumatori italiani ed europei”.

Contents.media
Ultima ora