Incanti, diciottesima rassegna internazionale di teatro di figura - Notizie.it
Incanti, diciottesima rassegna internazionale di teatro di figura
Torino

Incanti, diciottesima rassegna internazionale di teatro di figura

Diciottesima edizione di teatro di storia e di figura

Incanti è un’iniziativa di Controluce Teatro d’Ombre nata nel 1994 grazie al sostegno della Regione Piemonte e con la collaborazione del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea.
Il tema di Incanti 2011, dal 12 al 18 ottobre, è Teatro di Figura e Storia, che chiude un progetto triennale in coincidenza con le celebrazioni dell’Unità di Italia. Religione, guerra, lotta civile, politica sono stati argomenti messi a fuoco negli spettacoli degli ultimi tre anni della Rassegna. Ombre, oggetti, marionette a filo e burattini sono stati chiamati in causa per “parlare” della storia, sia quella quotidiana sia quella con la esse maiuscola, quella più remota e quella di pungente attualità.

Mercoledì 12 ottobre
Casa del teatro e ragazzi giovani

Ore 20,30 – Sala Grande
Cà luogo d’arte (Italia)
Locomotiva 1861 appunti per un compleanno italiano testo di Marina Allegri e regia di Maurizio Bercini
In una grande locomotiva, metafora dell’Italia una volta lanciata verso il futuro ed ora ferma in panne, la Signora Patria festeggia il suo compleanno.

Unico ospite il macchinista.

ore 22 Foyer
Teatro popolare /Gianluca Di Matteo (Italia)
Pulcinella e la veridica e risplendente storia
Partendo dalle strade di Torino una testimonianza semiseria della vita ai tempi del risorgimento. Opera per burattini e scienziati in un atto e un intrallazzo.

Ore 22,30 Sala Piccola
PIP 2011
Barricate (Debutto)
Odio gli indifferenti” diceva Antonio Gramsci. Chi resta indifferente si appiattisce al muro e lascia fare agli altri. Non prende parte, non va in nessuna direzione, non è mai per primo, mai per secondo. Non è mai. A volte non guarda neanche. A malapena respira.

Giovedì 13 ottobre
Museo Regionale di Scienze Naturali

Ore 20,30 Ingresso Museo
Teatro Popolare /Marco Grilli (Italia)
Le tre Italie di Gianduia
’Italia del nord, quella di Gianduja è larga, poi stretta e lunga, quella di Stenterello è più stretta che lunga e quella di Pulcinella è corta, storta… ma solo se guardi giù.
Viviamo nello stesso paese eppure la nostra percezione dell’Italia è diversa.

Ore 21 Sala dell’Arca
Clair de Lune Théâtre (Belgio)
Omelette (prima Italiana)
Spettacolo di ombre senza parole.

Musica, immagini e suoni riportano ai giochi d’infanzia in un modo curiosamente comico. Le avventure di una bambina che osa piazzare la sua vita e i suoi sogni in un costante confronto tra il mondo degli adulti (il conservatorismo di suo padre, la rigidità di sua madre) e l’immaginario dei piccoli.

Venerdì 14 ottobre
Casa del teatro e ragazzi giovani

Ore 10 Sala Piccola
Onda Teatro (Italia)
Da grande
Premio miglior spettacolo Giocateatro Torino 2010
Il desiderio di diventare grandi, di imitare gli adulti, insieme alla voglia di andare nel mondo secondo il proprio modo di essere si affacciano nei bambini che a diversi livelli di consapevolezza, a seconda dell’età, si riconoscono e si specchiano nell’avventura del crescere.

Ore 20,30 Sala Piccola
Truk i Trek (Spagna)
Hotel Crab
Hôtel Crab è una commedia di burattini umani piena di sorprese, passioni e malintesi; una storia ambientata in Russia in un tempo che non è reale né attuale.

Un’atmosfera onirica, volontariamente artificiale per raccontare un hotel dove non succede mai niente e l’arrivo di un ospite che rompe la monotonia.

Ore 21,30 Foyer
Teatro Popolare /Vladimiro Strinati (Italia)
La trafila di Garibaldi
Siamo alla vigilia dell’Unità d’Italia ed è grazie all’aiuto di un pugno di uomini valorosi, una straordinaria e composita organizzazione clandestina che Garibaldi riesce ad attraversare la pineta, superare l’Appennino, raggiungere la Toscana, salpare per la Liguria e conquistare la libertà.

Ore 22,30 Sala Piccola
Sacchi di Sabbia (Italia)
Sandokan o la fine dell’avventura
“…supponete racchiuse entro le cinta di questo tinello due terribili potenze, che dalle sponde opposte di un rischioso braccio di mare si minacciano! Gli invasori inglesi, coloni a Sarawak e i terribili pirati di Mompracem, giustizieri e paladini dei mari, guidati dall’invincibile Sandokan, la Tigre della Malesia!”

Sabato 15 ottobre
Casa del teatro e ragazzi giovani

Ore 20,30 Sala Grande
Controluce Teatro d’Ombre (Italia)
Aida (prima Italiana)
L’Opera è riletta attraverso gli anfratti della psicologia di Radames, diviso fra l’amore e il dovere; si tratta di una interpretazione in chiave intimista che riporta l’opera alle tensioni strutturali volute da Verdi e in cui il mondo egizio rimane una sorta di sfondo, ora evocazione, racconto, ora rappresentazione del potere.

Ore 22,00 Foyer
Teatro Popolare/Gaspare Nasuto (Italia)
V Garibaldi V
Anno 1864, Garibaldi scruta il mare dalla sua piccola isola, la sua camicia rossa splende sotto il sole tiepido di gennaio.

Ancora fa male il suo piede stretto nello stivale di cuoio marrone. Brucia la ferita inferta al suo cuore dall’esercito del Re sull’Aspromonte nel tentativo di assassinarlo.

Ore 22,30 Sala Piccola
Controluce Teatro d’Ombre (Italia)
Chat Noir a nove code (Adatto a un pubblico di soli adulti)
Ritorna, ad un anno dal debutto, lo spettacolo erotico della Compagnia, rivisitato per la chiusura della serata dedicata alle ombre. “…sbarazzino e ironico divertissement con cui Controluce introduce l’erotismo nel mondo delle ombre […] microspettacolo riservato a pochi spettatori per volta e ispirato al cabaret e al burlesque di inizio Novecento.

Domenica 16 ottobre

Ore 11,00 Palazzo Reale, Piazzetta Reale 1, Torino
Teatro Popolare / Spettacolo per quattro baracche (Italia)
Appuntamento con le maschere della tradizione italiana che raccontano il Risorgimento grazie alle mani di cinque burattinai, tra i più apprezzati a livello nazionale e internazionale.

Ore 16,00 Cavallerizza Reale, Manica Corta
Teatro de las Estaciones (Cuba)
Por el Monte Carulè (prima Italiana, spettacolo in lingua originale spagnola)
Bola de Nieve: tutti i sogni in un piano. Nessuno sa quante cose, quante melodie e memorie potrebbero essere nascoste nelle corde e fra i tasti di un pianoforte; nessuno sa nemmeno come possano essere confessate su una tastiera di ebano e avorio le verità di una vita. Teatro de las Estaciones si piega sul piano in cui “Bola de Nieve”, al secolo Ignacio Villa, forse lasciò alcune confessioni.

Ore 21,00 Cavallerizza Reale, Manica Corta
Les Sages Fous (Canada)
Le Cirque Orphelin (prima Italiana)
Le Cirque Orphelin è un appuntamento clandestino in un giardino pieno di rifiuti, taniche di petrolio, metallo arrugginito e oggetti perduti. Due venditori ambulanti raccontano le storie che abitano i loro incubi e le loro fantasie con oggetti raccolti dai quattro angoli della città, e creano un “magazzino di sogni”. In questo delirio caleidoscopico prendono forma tableaux vivants che evocano la vita di una compagnia di malandati e disadattati.

Lunedì 17 ottobre
Ore 9,30 e 11,00 Chalet Allemand Grugliasco
Teatro Distinto (Italia)
Kish Kush tracce di un incontro
“Quante lingue esistono al mondo; che suoni hanno?
Colui che parla in modo diverso, è diverso da me?
Com’è fatto lo straniero? Quali sono i suoi gusti?
Cosa posso creare insieme a lui?”

Ore 20,00 Cavallerizza Reale, Manica Corta
Giulio Molnàr (Ungheria-Italia)
Piccoli Suicidi
Tre brevi esorcismi di uso quotidiano.
Sul finire degli anni ’70 del secolo scorso, una spedizione internazionale di pionieri s’inoltrò nel mondo degli oggetti con l’intenzione di scavare materiale e di studiarne la natura.

Ore 22,00 Cavallerizza Reale, Manica Corta
Antonio Panzuto (Italia)
Il Frigorifero Lirico (debutto)
Un frigorifero si anima: immagini, ombre cinesi e figure di carta esplodono dall’elettrodomestico che si trasforma in un teatro d’opera con tanto di palchi e golfo mistico fra le verdure e le bottiglie. Animali, vascelli, sirene, cantanti e personaggi da fiera si muovono sulle musiche del Vascello Fantasma di Wagner, della Carmen di Bizet e delle entusiasmanti musiche di Rossini.

Informazioni e prenotazioni:
Casa del Teatro Ragazzi e Giovani, C.so Galileo Ferraris 266 (orario 15 –18)
tel. 011.19740267 – 340.1500220
info@festivalincanti.it
Biglietti
Singolo spettacolo €15, Ridotto convenzioni* e Over 60 €10, Riduzione studenti €5, Serata con due spettacoli €20
Ridotto convenzioni* e Over 60 €15, Riduzione studenti €10
*Convenzioni: AIACE, Abbonamento Torino Musei, Torino+Piemonte card, Selecard

Per gli spettacoli inseriti in Prospettiva 150:
Por el Monte Carulè, Le cirque Orphelin, Piccoli suicidi, Il frigorifero lirico.

Chat noir a nove code, Casa del Teatro 15 Ottobre ore 22.30
Biglietto unico € 5

Apertura biglietteria: un’ora prima dell’inizio dello spettacolo

PUNTI VENDITA
Biglietteria Teatro Stabile Torino
dal martedì al sabato, dalle ore 12 alle 19. tel. 011 5176246
Numero Verde 800 235 333
www.teatrostabiletorino.it – info@teatrostabiletorino.it

Biglietteria della Cavallerizza Reale – Salone delle Guardie (via Verdi 9, Torino tel. 011.5176246)
orari fino al 15 ottobre: dal lunedì al sabato, dalle 8,30 alle 19
orari dal 19 ottobre: dal martedì al sabato, dalle 12 alle 19
http://www.festivalincanti.it/

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*