×

Incendio durante la veglia funebre in casa, 80enne morta per le gravi ustioni: disposta l’autopsia

Almarosa, 80 anni, è morta per le gravi ustioni riportate dopo che è scoppiato un incendio durante una veglia funebre in casa.

Incendio

Almarosa Santucci, 80 anni, è morta per le gravi ustioni riportate dopo che è scoppiato un incendio durante una veglia funebre in casa. I medici che l’hanno avuta in cura non hanno dubbi sulle cause del decesso. 

Incendio durante la veglia funebre in casa, 80enne morta per le gravi ustioni: l’autopsia

I risultati dell’autopsia dovranno confermare le cause della morte della signora Almarosa Santucci, di 80 anni. I medici che l’hanno avuta in cura, però, hanno davvero pochi dubbi sul fatto che a causare il decesso della donna siano state le gravi ustioni riportate a causa dell’incendio in cui è rimasta coinvolta a Marina di Pietrasanta. La donna era una delle vittime dell’incendio che è divampato durante una veglia funebre in una casa della palazzina di via Ficalucci, avvenuto il 12 settembre scorso. 

Incendio durante la veglia funebre in casa, 80enne morta per le gravi ustioni: il fatto

Un gruppo di persone era presente ad una veglia funebre per un pensionato morto da poche ore, in attesa dei funerali. Per cause ancora da accertare, improvvisamente nell’appartamento sono divampate le fiamme, che in pochi minuti hanno distrutto tutto, arrivando anche all’esterno dell’edificio e negli altri appartamenti. Mentre tutti scappavano, prima dell’arrivo dei vigili del fuoco, la signora Santucci è rimasta gravemente ferita. I pompieri hanno soccorso l’80enne, così come il personale medico del 118 arrivato sul posto.

La donna è stata portata d’urgenza in ospedale al centro grandi ustionati di Pisa. Dopo una settimana, però, la donna è deceduta. 

Incendio durante la veglia funebre in casa, 80enne morta per le gravi ustioni: è caduta mentre scappava

Almarosa Santucci, oltre a gravi ustioni in tutto il corpo, aveva riportato anche un trauma cranico e un’intossicazione da fumo. Secondo la ricostruzione, sarebbe caduta mentre cercava di scappare. Per cercare di salvarla è rimasto ferito anche un vigile del fuoco.

Le sue condizioni, in seguito alle ustioni riportate, erano apparse immediatamente critiche ma noi tutti abbiamo sperato fino all’ultimo. A nome di tutta l’amministrazione comunale rivolgo le più sincere condoglianze ai famigliari. Tragedie come quelle di via Ficalucci lasciamo un segno profondo in tutti noi” ha dichiarato Alberto Stefano Giovannetti, sindaco di Pietrasanta. 

Contents.media
Ultima ora