×

Incidente a Empoli, operaio edile 34enne cade da una finestra al secondo piano: morto sul colpo

Incidente a Empoli, un operaio edile albanese di 34 anni è caduto da una finestra al secondo piano mentre stava svolgendo dei lavori ed è morto sul colpo.

Operaio morto
CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 82

Un nuovo incidente sul lavoro ha bruscamente strappato alla vita un operaio edile albanese di 34 anni: la tragedia si è verificata a Empoli, in provincia di Firenze.

Incidente a Empoli: operaio 34enne caduto da una finestra e morto sul colpo

Nel pomeriggio di mercoledì 11 agosto, un operaio albanese di 34 anni è deceduto a causa di un fatale incidente avvenuto sul lavoro. L’uomo stava svolgendo alcuni lavori edili presso una struttura condominiale situata a Empoli, comune in provincia di Firenze, in Toscana, quando è improvvisamente caduto da una finestra posizionata al secondo piano della palazzina.

In seguito al drammatico evento, i sanitari e le forze dell’ordine sono stati immediatamente allertati. Sul luogo del sinistro, infatti, si sono subito recati i paramedici del 118 che, tuttavia, non hanno potuto prestare soccorso al giovane uomo, morto sul colpo a causa del violento impatto con l’asfalto.

Incidente a Empoli, operaio 34enne morto sul colpo: soccorsi e forze dell’ordine

Poco dopo aver decretato il decesso del lavoratore, le autorità competenti hanno decretato il trasferimento del corpo della vittima presso l’istituto di Medicina legale di Careggi, altro comune in provincia di Firenze. Il trasferimento è stato disposto al fine di consentire al medico legale di condurre l’autopsia sulle spoglie del 34enne e appurare, in questo modo, le cause della sua prematura scomparsa.

Il corpo, dunque, è attualmente a disposizione della procura.

Le forze dell’ordine, intanto, si stanno occupando di effettuare i rilievi necessari, raccogliere testimonianze e indagare sulla vicenda. In particolare, la polizia sta tentando di scoprire se fossero presenti altre persone insieme all’operaio al momento della tragedia. Inoltre, i militari stanno anche verificando se il lavoratore fosse stato assunto in modo regolare o meno.

Il luogo dell’incidente, infine, è stato raggiunto anche da alcuni ispettori dell’Asl di competenza, incaricati di svolgere controlli e sopralluoghi.

Incidente a Empoli, operaio 34enne morto sul colpo: i sindacati

In Italia, le persone che perdono quotidianamente la vita sul lavoro continuano a essere numerose. Sulla base dei dati forniti dall’Inail, tra il mese di gennaio e il mese di giugno 2021, sono morti 538 lavoratori mentre le denunce presentate sono state, in totale, 266.804.

A questo proposito, è intervenuto il presidente dell’Inail, Franco Bettoni, che ha dichiarato: “È indecoroso quello che succede. Non si può continuare a morire sul lavoro”.

Intanto, i sindacati criticano le violazioni costantemente attuate in spregio alla normativa sulla sicurezza da parte delle imprese e chiedono l’introduzione di una “patente a punti affinché le aziende dove ci sono troppi incidenti non continuino a partecipare alle gare”.

Per il segretario generale della GCIL, Maurizio Landini, invece, è necessario “non considerare la salute e la sicurezza sul lavoro un costo ma un investimento e bisogna agire sulla prevenzione. Questo significa ridurre la precarietà, formare i lavoratori e anche a chi deve dirigere le imprese. È il momento di fare investimenti seri”.

Per il sindacalista UIL Pierpaolo Bombardieri, urge l’istituzione di una “cabina di regia a Palazzo Chigi”.

Infine, per Luigi Sbarra della CISL, occorrono “interventi urgenti per intensificare i controlli e sanzionare pesantemente le aziende che non rispettano le norme su sicurezza e tutela della vita”.

Contents.media
Ultima ora