×

Incidente a Saluzzo, bambino di 2 anni morto: travolto da un trattore nell’azienda agricola di famiglia

Incidente con trattore a Saluzzo: un bambino di due anni è morto dopo essere stato travolto dal mezzo nell’azienda agricola di proprietà della famiglia.

bambino morto trattore saluzzo

Incidente con trattore a Saluzzo: un bambino di due anni è morto dopo essere stato travolto dal mezzo nell’azienda agricola di proprietà della famiglia.

Incidente a Saluzzo, bambino di 2 anni morto in ospedale

Nella serata di lunedì 18 aprile, un bambino di due anni è rimasto coinvolto in un grave incidente a Saluzzo, in provincia di Cuneo.

Il piccolo è stato travolto da un trattore tra le mura dell’azienda agricola di proprietà della famiglia situata in via Creusa, per cause ancora da accertare.

In seguito al drammatico sinistro, il bimbo è stato immediatamente trasportato dai familiari al pronto soccorso dell’ospedale di Saluzzo ma le sue condizioni sono apparse subito estremamente critiche. Nonostante gli sforzi dei medici, infatti, il giovanissimo paziente è morto a causa della gravità delle ferite riportate.

A proposito dell’accaduto, i familiari della vittima hanno riferito che il piccolo è salito a bordo di un trattore incustodito e, nel momento in cui il mezzo si è mosso, sarebbe precipitato in una scarpata.

Travolto da un trattore nell’azienda agricola di famiglia: le indagini

Sulla vicenda, stanno indagando i carabinieri e la magistratura che stanno tentando di ricostruire l’esatta dinamica dell’episodio.

Al fine di verificare cosa sia realmente accaduto presso l’azienda agricola a conduzione familiare di Saluzzo, gli inquirenti effettueranno ulteriori accertamenti sul posto. Al momento, i genitori della vittima hanno imputato la morte del figlio a un tragico incidente causato da un attimo di distrazione.

 La morte del bimbo di due anni travolto da un trattore ha profondamente sconvolto la comunità di Saluzzo che ha manifestato il proprio cordoglio e la propria vicinanza alla famiglia.

Contents.media
Ultima ora