×

Incidente a Spilamberto, morto camionista: l’altro si allontana senza prestare soccorso

Un camionista di 36 anni è morto in un incidente a Spilamberto: l'autista del tir con cui si è schiantato è accusato di omicidio stradale.

Incidente Spilamberto

Tragedia a Spilamberto, comune in provincia di Modena, dove nella giornata di giovedì 27 maggio 2021 ha avuto luogo un incidente che ha coinvolto due tir in cui ha perso la vita un camionista di 36 anni. L’autista dell’altro mezzo, ferito lievemente, si è allontanato senza prestare soccorso ed è stato arrestato per omicidio stradale aggravato.

Incidente a Spilamberto

Il dramma si è verificato lungo la via per Castelnuovo poco prima delle 14:30. Secondo le prime ricostruzioni i due camion, una autocarro Iveco e un autoaticolato, si sono schiantati frontalmente per cause ancora da accertare. Ad avere la peggio è stato il conducente di quest’ultimo, Fabio Ferri, che ha perso la vita sul colpo a causa della violenza dello scontro. 36 anni e residente a Valsamoggia (Bologna), le ferite da lui riportate si sono rivelate troppo gravi tanto che i sanitari del 118, giunti sul posto insieme ai Vigili del Fuoco, non hanno potuto far altro che constatare il decesso.

L’uomo faceva l’autotrasportatore da diversi anni.

Incidente a Spilamberto: indagini in corso

Presenti sulla strada provinciale 16 anche gli agenti di Polizia che hanno effettuato i rilievi necessari e chiuso al traffico la zona compresa tra la rotatoria di Sant’Eusebio e via Viazza, un’area molto stretta per il passaggio di due mezzi così grandi. Nei giorni successivi gli inquirenti ricostruiranno l’esatta dinamica dell’incidente. Stando alle prime ricostruzioni degli agenti, uno dei tir avrebbe invaso l’altra corsia di marcia e centrato in pieno l’altro camion adibito al trasporto bestiame, in quel momento vuoto.

Incidente a Spilamberto: camionista arrestato per omicidio stradale

L’autista dell’altro tir, 44 anni, si è allontanato a piedi dal luogo dell’incidente per diverse centinaia di metri, ferito lievemente e in evidente stato di choc. Non è dunque fuggito in auto come iniziamente si era pensato. La sua posizione è stata lungamente valutata dalla polizia locale dell’Unione Terre di Castelli, intervenuta sul posto per i consueti rilievi, e dal magistrato di turno. Secondo le norme previste dal nuovo Codice della Strada, le forze dell’ordine lo hanno arrestato con l’accusa di omicidio stradale aggravato e lo hanno trasportato in ospedale a Baggiovara. Non appena si riprenderà dalle ferite subite e i medici gli avranno prestato le dovute cure, sarà condotto in carcere.

Contents.media
Ultima ora