Incidente A21, autista cisterna in Procura - Notizie.it
Incidente A21, autista cisterna in Procura
Cronaca

Incidente A21, autista cisterna in Procura

Incidente A21

Incidente A21, si trova attualmente in Procura l'autista della cisterna carica di benzina che ha preso fuoco in seguito allo scontro.

Si trova attualmente in Procura a Brescia l’unico sopravvissuto dell’incidente A21, ovvero l’autista della cisterna carica di benzina che ha preso fuoco lungo il tratto autostradale in cui è avvenuto lo scontro. A causa dell’incendio hanno perso la vita sei persone. Giovanni Giuliani, questo il nome dell’autista sopravvissuto, sta ricostruendo davanti al sostituto procuratore, Roberta Panico, la dinamica di quanto accaduto lo scorso martedì. L’uomo è riuscito a salvarsi scendendo dal mezzo immediatamente dopo il tamponamento.

Incidente A21

Si trova attualmente in Procura Brescia, davanti al sostituto procuratore, Roberta Panico, l’unico sopravvissuto dell’incidente A21 avvenuto lo scorso martedì. Si tratta in particolare dell’autista della cisterna carica di benzina che ha preso fuoco dopo un tamponamento avvenuto lungo il tratto autostradale tra Brescia e Manerbio. Nell’incidente sono morte in tutto sei persone. Giovanni Giuliani, questo il nome dell’unico sopravvissuto all’incidente, è invece riuscito a mettersi in salvo scendendo dal proprio mezzo immediatamente dopo il tamponamento.

In questo momento, l’autista del tir sta ricostruendo al magistrato la propria versione dei fatti, spiegando la dinamica di quanto avvenuto.

Intanto comunque restano ancora da identificare le cinque persone che sono morte carbonizzate, che erano a bordo dell’auto con targa francese che ha preso fuoco in seguito all’incidente. Dalla Polstrada fanno sapere che, d’accordo con l’autorità giudiziaria, non verranno rese note le generalità delle sei vittime almeno fino a quando non sarà completato il riconoscimento di tutti i corpi carbonizzati. Fino a questo momento, si conosce solamente il nome di una delle vittime. Si tratta dell’autista del tir che ha tamponato prima l’auto della famiglia francese e poi l’altro tir che trasportava la cisterna piena di benzina.

Nello specifico, è un autista di origini macedoni, dipendente di una ditta che trasportava cereali, che aveva percorso tutta la Torino-Brescia e che era quasi arrivato al raccordo con l’A4.

Barbara Barra, comandante della stradale di Brescia, ha poi spiegato di essere in contatto anche con le autorità francesi e ha aggiunto che stanno seguendo un protocollo che deve ancora essere completato. Finora, per quanto riguarda i componenti della famiglia francese, la polizia stradale è riuscita a scoprire il numero di telaio dell’auto e a risalire al proprietario.

La dinamica

Secondo quanto emerso dai primi accertamenti, sembra che l’incidente sia stato causato dal camionista deceduto, che in quel momento era distratto e dunque non si è reso conto delle auto che erano in coda a causa di un altro tamponamento avvenuto in precedenza. E’ la stessa comandante della stradale, Barbara Barra, a raccontare la dinamica dell’incidente: “Tutti i veicoli erano in fase di rallentamento, anche perché le code erano segnalate. Purtroppo il mezzo pesante non è riuscito a interrompere la propria corsa”.

Secondo i rilievi, il camion avrebbe frenato circa otto metri prima rispetto all’impatto con l’auto, non riuscendo ad accorgersi delle altre vetture incolonnate.

Dalla Polstrada hanno precisato anche che la coda era regolarmente segnalata sui pannelli a messaggio variabile e da personale della manutenzione e della società concessionaria.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Imetec Start&stop / 8660 Bianco/verde/argento
69.9 €
129 € -46 %
Compra ora
Philips Health Grill HD4467/90
69 €
104.99 € -34 %
Compra ora
Nokia 3310 (2017) Dark Blue
84.5 €
Compra ora
Moleskine 12 Mesi - Agenda 2018 Settimanale Orizzontale Large Rosso
20.5 €
Compra ora