Incidente aereo di Tortoreto: strage sfiorata - Notizie.it
Incidente aereo di Tortoreto: strage sfiorata
News

Incidente aereo di Tortoreto: strage sfiorata

Tutto è successo in pochi istanti, ieri, poco prima delle 17, nel cielo sopra Tortoreto, in provincia di Teramo: due aerei si sono scontrati nel corso di un’esibizione, finendo in mare. Uno dei due piloti è riuscito a salvarsi, l’altro è rimasto intrappolato all’interno del velivolo e ha perso la vita.

Il tutto a poca distanza da una spiaggia affollata di spettatori.

A perdere la vita è stato Marco Ricci, esperto pilota 47enne della squadra sportiva dilettantistica QBR (Quei Bravi Ragazzi), che si stava esibendo nel corso di uno spettacolo che avrebbe dovuto vedere in cielo, subito dopo, le Frecce Tricolori. Appreso dell’incidente, le autorità hanno interrotto la manifestazione.

I due aerei si trovavano a bassa quota, uno dei due forse in volo rovesciato, quando, all’improvviso, è avvenuto lo scontro. Pochi secondi, poi la caduta in mare. Il pilota bresciano Luigi Franceschetti che era in compagnia di Ricci è riuscito ad abbandonare il velivolo e a raggiungere illeso la vicina spiaggia di Tortoreto.

Marco Ricci, invece, è morto intrappolato all’interno del suo aereo, inabissato a circa 4m di profondità.

Il corpo è stato recuperato solo dopo tre ore, al termine di un’operazione resa molto complicata dal fatto che il mezzo, sul fondale, era capovolto.

Dell’incidente esistono riprese fotografiche e video, realizzati dai numerosi spettatori che, in quei momenti, si trovavano sul litorale di Tortoreto, a poca distanza dal luogo dell’impatto. In questo senso, il bilancio delle vittime sarebbe potuto essere molto più grave. Una strage sfiorata.

Sui fatti hanno al momento aperto un’inchiesta sia la Procura di Teramo, sia l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo. Probabile l’ipotesi dell’errore umano, ma la dinamica dell’incidente resta da chiarire.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche