Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Incidente stradale sull’A14: in codice rosso due bambini
Cronaca

Incidente stradale sull’A14: in codice rosso due bambini

incidente stradale

All'altezza del casello di Loreto sull'A14 una Fiat Panda sarebbe stata tamponata. A bordo i nonni con i loro due nipotini.

Grave incidente stradale al casello di Loreto in direzione Sud, in provincia di Ancona. Sembra che una Fiat Panda sia stata tamponata da un furgoncino. A bordo dell’utilitaria i nonni con i loro due nipotini. I bambini sono stati ricoverati in codice rosso all’ospedale pediatrico Salesi. Meno gravi le condizioni dei due adulti. Sulla dinamica dello schianto indaga la polizia stradale.

Schianto sull’A14

Nuovo grave incidente stradale in pochi mesi sull’Autostrada del Sole. Il sinistro è avvenuto nella tarda mattinata di ieri, lunedì 10 settembre 2018, all’altezza del casello di Loreto in direzione Sud (A14), in provincia di Ancona. La dinamica dello schianto è ancora al vaglio della polizia stradale, intervenuta sul posto insieme ai vigili del fuoco, i sanitari del 118 ed un’eliambulanza. Stando alle ultime informazioni, una Fiat Panda sarebbe stata tamponata da un furgone Mercedes, per motivi ancora tutti da accertare.

Rimaste ferite le quattro persone che sembra stessero viaggiando tutte sulla stessa utilitaria.

Si tratta di due nonni e dei loro nipotini. I due bambini sono apparsi subito in condizioni più gravi. I piccoli sono stati trasportati infatti in codice rosso al pronto soccorso del pediatrico Salesi di Ancona. Attualmente, non si conosce lo stato di salute dei minori.

I nonni invece sono stati medicati e trasferiti agli Ospedali Riuniti Torrette, ma le loro ferite non desterebbero preoccupazione. Dopo l’incidente, si sono registrate code e rallentamenti nel tratto tra Loreto-Porto Recanati e Civitanova Marche, disagi che sono perdurati per tutta la durata dell’intervento.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche