×

India: trovata bimba che viveva come Mowgli nella foresta

In una foresta dell'India è stata una bimba che per molto tempo è vissuta nella foresta. La bimba viveva come Mowgli, il protagonista dell'omonimo cartone.

default featured image 3 1200x900 768x576

Una bambina che viveva come Mowgli in mezzo alla foresta, è stata ritrovata in una foresta di una riserva naturale in India. La bambina viveva con un gruppo di scimmie che erano diventate la sua famiglia. La bimba è stata ritrovata grazie agli ufficiali tra gli arbusti, in seguito a un giro di ricerca.

Quando l’hanno vista non riuscivano a crederci. Il vice ispettore ha impiegato circa due mesi per convincere la piccola ad abbandonare la foresta. Ora la bambina si trova in un ospedale per verificare il suo stato di salute.

In base a quanto raccontano i medici, la bambina non comunica e usa mani e piedi per camminare. Non si sa nulla della bimba. Non si sa neanche quale sia il suo nome.

Per questo e perché ricorda molto la storia, è stata chiamata Mowgli, proprio come l’omonimo cartone. Si è appreso della notizia tramite l’agenzia di stampa Ami. Questa agenzia di stampa ha raccontato di come l’ufficiale, che era in perlustrazione, abbia visto questa bambina mentre correva nuda e giocare con le scimmie.

A questo punto, il vice ispettore si è avvicinato. Le scimmie e la bambina hanno provato a intimorirlo emettendo delle grida, ma l’uomo è riuscito a prendere la bambina e portarla con sè all’ospedale.

Il responsabile dell’ospedale dove si trova la bambina, ha spiegato il suo stato di salute. Il responsabile ha detto che la bambina è come se fosse un animale. Mangia con la bocca, cammina con mani e piedi, emette suoni gutturali. Non parla, non capisce nulla e nessuna lingua. La bimba ha adottato il modo di vivere delle scimmie con le quali ha vissuto fino ad ora.

Il medico afferma che ora la bimba sta bene, la sua salute è in miglioramento.

Ora ha un comportamento e una postura corretta. L’unico problema è che ogni volta che vede un essere umano tende a fuggire.

La bimba, appena è stata ritrovata, era nuda, a giocare con le scimmie, la sua famiglia da un po’ di tempo. Diversamente da Mogli, il quale viveva con i lupi, dai quali era stato adottato, la bimba vive con le scimmie comportandosi e vivendo proprio come loro. Il ritrovamento della bimba è di circa due mesi fa, ma solo ora si è scoperto in quanto non volevano compromettere la sua salute psicologica e fisica.

Non è la prima volta che si raccontano storie di questo tipo, come appunto quella di Mowgli. Altri casi e storie di questo tipo raccontano di un bambino cresciuto in Cile con i cani o di una bambina cresciuta in Siberia con i gatti. Di questa bambina non si sa nulla, non si sa chi l’abbia abbandonata e non si sa chi sia la sua famiglia.

Secondo una etologa del Cnr di Roma, è un caso davvero raro che una bambina venga adottata dalle scimmie. Speriamo solo che la bambina possa proseguire il suo percorso rieducativo, stare bene e tornare tra i suoi simili.

Contents.media
Ultima ora