×

Infrastrutture: Salini (Webuild), 'Italia necessita di manutenzione e sostenibilità'

default featured image 3 1200x900 768x576

Milano, 12 mag.(Adnkronos) – "L'Italia ha un elenco molto lungo di progetti dei quali avrebbe bisogno, per una ragione di fondo. E cioè che negli ultimi 10 anni, il Paese ha investito pochissimo in infrastrutture". Lo ha detto Pietro Salini, ceo di Webuild, intervenendo a 'Rigenerazione Italia', un evento organizzato da Coima.

Per Salini, uno dei "bisogni essenziali" è la manutenzione del patrimonio esistente: "In Italia -spiega- ci sono moltissime opere costruite in un momento di euforia, negli anni 50, quando uscivamo dalla devastazione della guerra e c'era tanta voglia di ricostruire il Paese". In quel contesto "si è scoperto il calcestruzzo armato, che era una novità rispetto a un mondo fatto di pietra". Questo nuovo materiale "si è pensato fosse eterno, mentre in realtà non lo è, dura meno di 50 anni, oggi largamente superati.

Tutte le nostre infrastrutture, come l'Autostrada del sole, i grandi attraversamenti, le tante gallerie, sono più vecchie di 50 anni e bisogna prestare molta attenzione a questo".

Il secondo importante tema è la mobilità sostenibile: "Dobbiamo investire in mobilità sostenibile realizzando reti metro efficienti ed evitando gli spostamenti privati in città -avverte Salini-. Se Genova e Milano fossero già oggi unite dall’alta velocità ferroviaria, che Webuild sta realizzando, potremmo pensare a spostamenti tra le due città in 40 minuti.

Ma per realizzare tutto questo è necessario contare, come per il Ponte Genova San Giorgio, non su leggi speciali ma su un afflato continuo e collettivo e normativa europea, che già abbiamo".

Contents.media
Ultima ora