Inghilterra: i luoghi di Jane Austen e altri autori britannici
Inghilterra: i luoghi di Harry Potter e altri autori britannici
Viaggi

Inghilterra: i luoghi di Harry Potter e altri autori britannici

Luogo di Jane Austen
La Casa Museo di Jane Austen a Chawton.

Tour in Inghilterra tra i luoghi di Jane Austen ed altri importanti autori britannici, come Sir Arthur Conan Doyle, autore di Sherlock Holmes, e J.K. Rowling, quella della saga di Harry Potter.

Quest’anno sono cadute importanti ricorrenze dal punti visita letterario: per esempio sono stati 20 anni dall’uscita del primo libro della saga di Harry Potter, Harry Potter e la pietra filosofale, avvenuta il 26 giugno 1997; 200 anni dalla morte di Jane Austen, avvenuta il 18 luglio 1817 e 130 anni dall’uscita di Uno studio in rosso (A Study in Scarlet), il primo romanzo di Sir Arthur Conan Doyle sulle avventure di Sherlock Holmes. In Inghilterra sono state organizzate grandi celebrazioni – l’immagine di Jane Austen è anche andata a sostituire quella di Charles Darwin sulla moneta da 2 sterline – e tour su questi temi: dall’Hampshire per conoscere i luoghi dell’autrice di romanzi come Ragione e Sentimento (1811), Orgoglio e Pregiudizio (1813), Emma (1815) e Persuasione – pubblicato postumo nel 1818 -, passando da Londra per i luoghi di Sherlock Holmes, arrivando da Oxford fino alla Scozia per quelli del celeberrimo maghetto, e i luoghi di altri autori britannici.

Il governo locale ha indetto proprio l’ “Anno degli Eroi Letterari inglesi” per attrarre i turisti con tali mete, che ora andremo a scoprire.

Sulle tracce di Jane Austen

Tour storici sui luoghi dove ha vissuto

Il sito di viaggi Visit England ha organizzato numerosi tour su Jane Austen, che rimane tutt’oggi una delle più apprezzate scrittrici britanniche. A Chawton, un ameno villaggio dell’Hampshire tra Winchester e Londra, l’autrice trascorse l’ultima parte della sua breve esistenza – si spense a soli 42 anni a Winchester – e scrisse i romanzi della maturità come Emma e Persuasione. Qui si trova la Casa Museo di Jane Austen, dove si tengono incontri, mostri e dibattiti sul cosiddetto periodo storico della Reggenza del principe di Galles George di Hannover, periodo che andò dal 1811 al 1818. L’erede al trono divenne reggente quando il padre, Giorgio III, fu dichiarato pazzo – c’è anche un film su di lui, La pazzia di Re Giorgio, del 1994 –, e salì al trono alla sua morte con il nome di Giorgio IV.

Tra il 17 e il 25 giugno nella cittadina di Alton, vicino a Chawton, hanno avuto luogo balli, rievocazioni storiche e spettacoli a tema Jane Austen. Poi ci si può recare a Bath, cittadina termale a 90 minuti di treno da Londra dove nulla sembra cambiato dall’epoca austeniana. Jane visse in quel luogo per cinque anni, dal 1801 al 1806, e oggi vi sorge il Jane Austen Centre, dove si trova una collezione di abiti storici e si può sostare nella Regency Tea Room, nella quale sorseggiare il famoso “tè delle cinque”. La specialità della casa è il “Tè con Mr Darcy” – Fitzwilliam, “l’ orgoglio” del romanzo Orgoglio e Pregiudizio, del quale s’innamorerà la protagonista Elizabeth Bennet (“il pregiudizio”) –: la tipica bevanda inglese viene servita in un’elegante teiera, accompagnata da sandwitch e scones (panetti) caldi con crema e marmellata.

Donne con abiti d'epoca a Bath

Dall’8 al 17 settembre si è tenuto invece il Jane Austen Festival, con gite, abiti e opere teatrali di epoca Regency.

Spostandoci nella contea del Kent, possiamo vedere dove sono stati girati i più importanti film su Jane Austen e i suoi romanzi: sono conservati all’Austen Trial. Il tour prosegue con la Cattedrale gotica di Winchester, dove l’autrice è sepolta, e si conclude con Lyme Regis, un grazioso villaggio costiero del sud dell’Inghilterra nel quale Jane si recò almeno due volte in vacanza. Qui si tiene il Literary Lyme Walking Tour, che consiste in una serie di escursioni a tema nel corso di tutto l’anno.

Sulle tracce di Harry Potter

Libro di Harry Potter in mano

Passiamo ora a parlare di un tour dedicato a Harry Potter – interpretato da Daniel Radcliffe –, il maghetto nato dalla penna di J.K. Rowling. I luoghi del piccolo protagonista della saga si trovano in tutto il Regno Unito, quindi sono veramente numerosi.

Maghetti davanti alla scuola

Comprendono il famoso teatro Royal Albert Hall di Londra, dove si sono tenuti concerti dedicati, e la località scozzese di Lochaber, dove è situato il ponte ferroviario di Glenfinnan, lungo circa 30 metri, che appare in diversi film di Harry Potter come percorso che conduce alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, quella frequentata da Harry, Hermione e i loro amici.

Si può percorrere questo viadotto salendo sul un treno a vapore chiamato Hogwarts Express o The Jacobite. Sempre in Scozia, a Glencoe, nella contea di Argyll, sono ambientati i primi due film della serie e in particolare, nella Valle di Glen Nevis, sono state girate le scene in cui i protagonisti giocano a Quidditch, uno sport in cui, oltre che la palla, sono coinvolte anche le scope volanti. Invece, tornando in Inghilterra, nel Galles c’è il Freshwater West, una striscia di sabbia dove era situato lo Shell Cottage, in cui vivevano due personaggi di Harry Potter e i doni della morte, Bill Weasley e Fleur Delacour. Poi c’è la Cattedrale di Durham, location per le lezioni della professoressa – strega Minerva McGranitt (interpretata dalla bravissima Maggie Smith), mentre nel cortile Harry faceva spiccare il volo alla sua civetta Hedvige; la biblioteca Bodleian Library dell’Università di Oxford e la vicina Divinity School, che ha svolto la funzione di infermeria di Hogwarts, e a pochi passi di distanza il Christ Church College, la cui entrata è stato il primo ingresso della scuola.

Ancora, una visita suggestiva è sicuramente quella al Castello di Alnwick, a Northumberland: ci si può addestrare con “scope volanti” e assistere a spettacoli di magia. Gli spettrali corridoi della Cattedrale di Glouchester sono stati invece usati come luoghi in cui Harry cercava di fantasmi di Nick-Quasi-Senza-Testa e Mirtilla Malcontenta. Tornando a Londra, che è d’altra parte uno dei set principali set della saga, ci si può recare al Leadenhall Market, all’interno del quale si trovava il magico pub Il Paiolo Magico, il quale però attualmente è un negozio di ottica; la Stazione di King’s Cross, luogo dove si trovava tra l’altro il binario 9 ¾ ed oggi sorge un negozio dedicato a Harry Potter: vi si può andare a fare shopping; il Rettilario del celeberrimo Zoo di Londra, il più antico zoo del mondo, dove Harry conversava con i serpenti, scoprendosi in grado di parlare il loro linguaggio (il “serpentese”), e poi c’è Leavesden, poco fuori Londra, dove ci sono ancora gli studi cinematografici della Warner Bros, quelli della saga.

Alla fine del tour si può bere una buona birra alle caramelle di burro e zucchero, molto apprezzata dai maghi, e gustare biscotti di pastafrolla.

Sulle tracce di Sherlock Holmes

Grande autore di Shelock Holmes

Ricordando il famoso investigatore, ci si può recare allo Sherlock Holmes Museum e allo Sherlock Holmes Pub di Londra, oppure a Bristol, dove si trovano i luoghi cinematografici con il personaggio di Sir Arthur Conan Doyle come protagonista.

Museo di Sherlock Holmes a Londra

Il locale

Altre mete letterarie inglesi

Quest’anno la Gran Bretagna celebra anche altri protagonisti della sua letteratura: il poeta Alfred Tennyson, scomparso il 6 ottobre 1892, 125 anni fa; John Milton, autore del poema epico a tema biblico “Il Paradiso Perduto”, pubblicato 350 anni fa; Enid Blyton (1897 – 1968), autrice del libro per ragazzi La Banda dei Cinque, pubblicato in Italia 75 anni fa, ed il poeta Edward Thomas, morto lunedì 9 aprile del 1917, il Lunedì dell’Angelo, durante la Prima Guerra Mondiale: venne ucciso nella Battaglia di Arras, in Francia, poco dopo il suo arrivo, a soli 39 anni.

Per quanto riguarda Alfred Tennyson, è possibile fare un’escursione nella zona di Somersby, nella contea di Lincolnshire, dove egli nacque.

Per commemorare Milton ci si può recare al Milton’s Cottage, dove l’autore terminò la sua opera, mentre per commemorare la Blynton si possono visitare la Royal Horticultural Society a Londra. Infine, in onore di Edward Thomas, si può visitare il Peterfield Museum.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche