Inghilterra, nuovo sistema per i rigori: parte la formula ABBA - Notizie.it
Inghilterra, nuovo sistema per i rigori: parte la formula ABBA
Sport

Inghilterra, nuovo sistema per i rigori: parte la formula ABBA

formula ABBA

La nuova formula ABBA è la principale novità del calcio inglese, che verrà introdotta già nella stagione 2017/2018. E' stata confermata della English Football League.

Novità per il calcio inglese. In seguito all’annuncio dell’introduzione, come test, del cartellino arancione nelle leghe dilettantistiche, ecco che le regole si modificando ulteriormente. E’ arrivata la conferma da parte della English Football League che già a partire dalla stagione 2017/2018, nelle sue competizioni, la lotteria dei rigori si svolgerà utilizzando la formula ABBA.

I dettagli della formula ABBA

L’innovativo sistema è già stato testato da FIFA e UEFA in campo internazionale, e le nuove regole prevedono che dopo il primo rigore la stessa squadra calci due rigori di fila prima di lasciare il posto all’avversaria. Lo svolgimento è molto simile ai tie-break del tennis, in quanto indipendentemente da chi fa punto, i giocatori fanno due battute consecutive prima di concedere il favore al dirimpettaio.

Si potrà ammirare l’utilizzo di questa formula l’8, 9 e 10 ottobre, quando andrà di scena il primo turno della EFL Cup, la Coppa di Lega inglese.

Oltre a questa competizione, gli altri tornei che dovranno utilizzare la nuova regola saranno l’EFL Trophy e i playoff delle categorie che compongono la Football League: Championship, League One e League Two.

Queste sono le parole del direttore della EFL: “Avere l’opportunità di essere la prima competizione per club al mondo ad utilizzare questa formula è un onore. Siamo convinti che il cambiamento e l’innovazione siano importantissimi per uno sport come il calcio e io personalmente sono certo che la EFL dimostrerà di essere all’altezza”.

Shaun Harvey, amministratore delegato della English Football League, ha invece dichiarato: “Noi vogliamo che il calcio sia uno sport che abbia delle regole ben precise ma soprattutto eque e che non vadano in qualche modo a favorire una squadra rispetto all’altra. Questa novità è certamente il primo passo verso un grande cambiamento e sono sicuro che riuscirà a dare una risposta chiara e dinamica a tutti i dubbi del caso”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche