> > Inghilterra, trovati i resti di una ragazza scomparsa nell'appartamento di un...

Inghilterra, trovati i resti di una ragazza scomparsa nell'appartamento di un pedofilo

Inghilterra resti ragazza scomparsa

In Inghilterra sono stati rinvenuti alcuni resti umani. Potrebbero essere quelli della ragazza scomparsa nel 2019.

In Inghilterra, questa mattina, sono stati rinvenuti dei resti umani che potrebbero appartenere ad una ragazza scomparsa ormai nel 2019.

L’appartamento si trova a Milton Keynes ed è di proprietà di un uomo accusato di pedofilia.

Inghilterra, trovati i resti di una ragazza scomparsa nell’appartamento di un pedofilo: il caso

I resti trovati nell’appartamento a Milton Keynes potrebbero appartenere a Leah Croucher, la 19enne scomparsa ormai 3 anni fa. La cittadina, di 100mila abitanti a nord-est di Londra, è quella in cui la ragazza viveva con la sua famiglia.

Quando è scomparsa, era uscita per andare a lavoro, ma non era mai arrivata davvero.

La famiglia, che nel frattempo aveva dato tempestivamente l’allarme, aveva fatto partire le ricerche. Nonostante gli sforzi da parte delle forze dell’ordine, dopo aver setacciato oltre 4mila appartamenti nel tentativo di ritrovarla, non è mai stata ritrovata. L’abitazione nella quale non erano mai andati a controllare, però, era proprio quella in cui sono stati ritrovati questi resti sospetti; si trova a venti minuti da casa della giovane.

Proprio da lì, Leah, passava ogni giorno per andare a lavorare. 

Il ritrovamento dei resti 

In quella villetta, nei giorni precedenti, alcuni addetti alle pulizie si sono imbattuti in questi resti umani e hanno avvisato subito le autorità. Ancora non è stata completata l’identificazione, ma secondo i pronostici e le coincidenze, potrebbe trattarsi proprio di Lea. 

I vicini, infatti, ricordano di averla vista spesso passare da quella casa che, in passato, era abitata da un noto pedofilo che aveva ricevuto diverse condanne per violenze sessuali su minorenni.

Tra le sue vittme, una di 13 anni e l’altra di 15. 

Secondo gli investigatori non si sa ancora con certezza se questa persona vivesse già, nel 2019, in quella casa. I suoi familiari sostengono che, quell’anno, non abitassero più lì, ma si tratta di una dichiarazione che dovrà essere appurata. Inoltre, sembra che non lo vedano da anni. 

La casa è stata poi affittata a diversi inquilini nel corso del tempo.