Inps: sarà licenziato il capo del personale? - Notizie.it
Inps: sarà licenziato il capo del personale?
Roma

Inps: sarà licenziato il capo del personale?

Come abbiamo accennato qualche settimana fa, tre delegati Usb erano stati minacciati di licenziamento per aver osato accusare le malefatte del capo del personale Inps. Oggi arriva una buona notizia: al termine del processo disciplinare interno, i tre delegati sono stati prosciolti da ogni accusa.

I sindacalisti avevano distribuito un volantino in cui denunciavano un” auto prestito “di Ciro Toma, capo del personale Inps, di oltre 64.000, cifra nettamente superiore al tetto massimo previsto dal regolamento aziendale.

Per questa vicenda, come spesso succede in Italia, dove vige la legge al rovescio, i tre uomini erano stati minacciati di licenziamento, ma grazie al presidio di oltre 500 dipendenti ed il fragore di uno scandalo di proporzioni immani, pare che la situazione stia assumendo un connotato diverso.

Come non bastasse difatti, il presidente Inps Antonio Mastrapasqua, ha avviato un’indagine interna sui prestiti erogati negli ultimi 10 anni, mentre il direttore Mauro Nori, ha costituito una.commissione di verifica sul prestito di Toma.

La conseguenza dell’indagine potrebbe portare sì ad un licenziamento, ma probabilmente a perdere la poltrona sarà proprio il “capo” e non i delegati Usb, come si prospettava.

Uno dei rappresentanti, Mimmo Provenzano a affermato: “Il risultato di oggi è una sconfitta per chi crede arrogantemente di poter fare carne di porco dei diritti e mettere a tacere la nostra organizzazione sindacale.

Ma anche di chi usa in modo disinvolto il denaro dei lavoratori. Non dimentichiamo che il prestito fa parte dell’1% del monte salari dei dipendenti Inps e che la maggiorazione di Toma avrebbe tolto risorse economiche utili per altri lavoratori, magari dei livelli bassi”

Per concludere, nelle prossime ore dovrebbe essere noto l’esito della brutta faccenda!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche