> > Insulti social ad Alessia Piperno: "Ridicola, paghino lei e la sua famiglia. ...

Insulti social ad Alessia Piperno: "Ridicola, paghino lei e la sua famiglia. Buon soggiorno in Iran"

Alessia Romano

Insulti social ad Alessia Piperno e perfino ai suoi genitori che hanno rivolto un appello: "Prima parte in zone pericolose poi piange e chiede aiuto"

Come in una triste e ricorrente liturgia becera sono arrivati gli insulti social ad  Alessia Piperno e perfino ai suoi genitori, “rei” di aver lanciato un appello per salvare la donna detenuta in Iran dal 28 settembre per motivi ancora ignoti ma incappata nelle giornate tremende delle manifestazioni contro la morte di Masha Amini: “Ridicola, paghino lei e la sua famiglia.

Buon soggiorno in Iran“. 

Insulti social ad Alessia Piperno

La 30enne romana amante dei viaggi e con idee molto chiare in quanto a solidarietà ed impegno e finita in carcere a Teheran è stata bersagliata in maniera pesante dai soliti “leoni da tastiera”. Cosa si contesterebbe ad Alessia? La solita solfa del “se l’è andata a cercare” con contorno di benaltrismo spinto. Ecco qualche esempio delle “perle” che sono state indirizzate contro la 30enne di Colli Albani: “Ora dobbiamo anche spendere soldi per liberarla, come se non avessimo già abbastanza problemi”. 

“Siete imbecilli ed irresponsabili”

E il dato lo sottolinea bene un articolo su Repubblica, che parla di “rabbia maschilista che esplode in rete”. E ancora: “Siete delle irresponsabili e poi il nostro ministro degli Esteri deve intervenire per tirare fuori dai guai queste imbecilli“. Non poteva mancare il post maligno sul destino segnato di chi “va per questi mari”: “Prima parte per zone estremamente pericolose poi piange e chiede aiuto. Quanto siete ridicole”. E Repubbica cita anche  le risposte delle donne: “Ma per Giulio Regeni e Patrick Zaki avete usato lo stesso linguaggio denigratorio?”.