×

Inter-Milan 2-2: Icardi apre il derby e Zapata lo decide. Ecco le pagelle

Condividi su Facebook

L'Inter si illude nel primo tempo di questo derby tutto cinese. Candreva e Icardi segnano, ma Romagnoli riapre la partita e Zapata pareggia all’ultimo.

Il primo derby cinese è un duello all’ultimo colpo. Consumatosi proprio all’ora di pranzo, il boccone amaro del 2-2 va di traverso a Pioli e a tutti i nerazzurri che si erano illusi di una vittoria sicura contro il Milan. L’Inter, nel primo tempo, era in vantaggio 2-0, gol di Candreva e Icardi. Poi, nella ripresa, cerca di controllare la situazione. Ma all’83’, su un cross di Suso, Romagnoli riapre il match e, al 97′, su azione di calcio d’angolo, Bacca prolunga di testa e Zapata infila il pareggio. Un match che ha visto 14 tiri in porta da parte dei rossoneri, contro gli 11 dei loro antagonisti; e un possesso di palla, per i primi, del 57%.

Ecco le pagelle di Inter-Milan 2-2

Inter

HANDANOVIC: 7 – Decisivo.

Se l’Inter mantiene, per un bel po’, il vantaggio è grazie a lui.

D’AMBROSIO: 5,5 – Non riesce a tenere a bada Deulofeu e tenta di supportare Candreva con risultati non sempre ottimali, sebbene l’intesa sia ormai collaudata da tempo.

MEDEL: 6,5 – Deve fronteggiare un Bacca assente, e gli va bene. Duetta con Miranda e, insieme, spazzano l’area alla perfezione per quasi tutta la partita.

MIRANDA: 7 – Insuperabile. Ma sarebbe stato lo stesso se Bacca fosse stato in forma?

NAGATOMO: 6 – Oltre ogni aspettativa. Disinnesca Suso ma con sofferenza.

GAGLIARDINI: 6 – Si macchia di un grave errore sul primo contropiede del Milan. Affannato. Fa penitenza con un lancio che accompagna il gol di Candreva. Da qui, si sblocca.

Peccato cali nuovamente nel finale.

KONDOGBIA: 7 – Troneggia al centrocampo, facendo il galletto contro una mediana rossonera inchiodata. Reattivo e presente.

CANDREVA: 6,5 – Dovrebbe battersi con De Sciglio, ma questo è un fantasma. Ha il dominio della fascia dove trova sempre spazio per affondare. Cala vistosamente nel secondo tempo (dal 90′, BIABIANY: sv).

MARIO: 6,5 – Dinamico. L’Inter ha tutto da guadagnarci. Pioli azzecca la mossa (dall’80’, MURILLO: sv).

PERISIC: 7 – Prende le misure, cuoce l’avversario a fuoco lento e, sul secondo gol, se lo mangia. Assieme a Icardi è uno spettacolo. Esce per un problema al ginocchio. L’Inter lo rimpiange perchè, senza di lui, perde profondità (dal 68’, EDER: 5).

ICARDI: 6,5 – Primo tempo fuori dal gioco.

Poi trova il gol del raddoppio. Peccato che, nella ripresa, combini davvero poco.

All. Stefano PIOLI: 6 – Attento e cinico nel primo tempo. Ma deludente nel secondo. Come si suol dire, manca sempre il centesimo per fare l’euro. La sensazione, però, è che lui, questo Inter, l’avesse preparato comunque bene.

Milan

DONNARUMMA: 5,5 – I compagni lo aiutano poco. Resta di stucco a metà strada sul gol di Candreva.

CALABRIA: 5,5 – Si sporge in avanti ma soffre Perisic in difesa. Questo, sul raddoppio, lo salta con elementare facilità. Ha cuore ma limiti. Perisic lo disarma (dall’81’, OCAMPOS: sv).

ZAPATA: 7 – Crea molte difficoltà a Donnarumma a causa dei suoi costanti retropassaggi. Ma è, in assoluto, quello più centrato della retroguardia rossonera.

Copre con puntualità e si prende pure la licenza poetica nel finale, infilando il gol del pareggio.

ROMAGNOLI: 7 – Mantiene a bada Icardi con cognizione di causa, per tutto il primo tempo. Peccato venga poi preso in mezzo nell’azione del 2-0. Soffre meno nella ripresa, dove prende coraggio e riapre la partita.

DE SCIGLIO: 4 – Di-sa-stro-so. Nel vantaggio nerazzurro, dorme. Il suo sonno, infatti, libera la strada a Candreva. Inspiegabilmente regredito. Sbaglia anche sul secondo gol, perdendo il movimento di Icardi.

KUCKA: 4,5 – Fiacco, lento, prevedibile e sconclusionato. Peggio di così… (dal 56′, LOCATELLI: 7 – Entra con energia e buoni propositi. Spavaldo, cambia volto al Milan, che si riaccende).

SOSA: 6 – Abbastanza reattivo, dinamico ed energico, ma perde in fase di regia (dal 74′, LAPADULA: 6).

FERNANDEZ: 6,5 – Nel primo tempo, gestisce quasi da solo la mediana avversaria. Grintoso e dai ritmi pulsanti.

SUSO: 5,5 – A luce alternata. Ma viene servito con il contagocce. Ingabbiato, sistematicamente raddoppiato e pure triplicato. Nel finale, alza la media con due corner da cui nascono i due gol.

BACCA: 4,5 – Si mangia subito un gol. Passivo e assente nella manovra. Spizzica palloni sporchi e vivacchia sugli spiragli della difesa nerazzurra. Dovrebbe far paura, invece intenerisce. Medel e Miranda, infatti, non devono sudare sette camicie per limitarlo. Come se non ci fosse. Giusto la sponda finale per Zapata, che è sua. Magra soddisfazione.

DEULOFEU: 7 – Imprendibile. Il suo passo batte un ritmo diverso.

All. Vincenzo MONTELLA: 6,5 – Avrebbe forse dovuto inserire prima Lapadula, mentre Locatelli si meritava una maglia da titolare. Il suo Milan, però, ha cuore e anima. La rimonta finale lo ha perfettamente dimostrato.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche