Inter-Milan, Pioli: "Vincere il derby è un dovere"
Inter-Milan, Pioli: “Vincere il derby è un dovere”
Calcio

Inter-Milan, Pioli: “Vincere il derby è un dovere”

inter

L'allenatore afferma: "C'è stato un calo inatteso ma possiamo ancora lavorare per il presente e il futuro". "Due gare sbagliate non possono cancellare tutto il lavoro fatto", dichiara invece il capitano.

“Abbiamo il dovere di dare il massimo, di ottenere quante più vittorie possibile e cercare di vincere il derby”. Queste sono le parole con cui Stefano Pioli, il tecnico dell’Inter, ha introdotto la partita contro il Milan di sabato. Ma inizia dalla sconfitta con il Crotone: “Il calo c’è stato. E, per come ci siamo preparati, è stato inaspettato. Abbiamo studiato la partita e faremo in modo che non succeda più. Fa parte del passato e possiamo ancora decidere per il nostro presente e futuro. Dimostrando che siamo una squadra competitiva”.

Parla il capitano dell’Inter

Mauro Icardi sostiene di non devo fare promesse. “Nel corso di questi cinque mesi – dichiara il capitano –il lavoro che abbiamo fatto con Pioli è stato evidente. Penso che non possa essere tutto cancellato per due gare sbagliate”. Il capitano Icardi ha sostenuto queste sue opinioni durante la conferenza stampa insieme a Stefano Pioli, a due giorni dal derby con il Milan.

Il momento, inoltre, è particolarmente difficile, dopo le sconfitte con Samp e Crotone. Ma soprattutto dopo la scenata del direttore sportivo Ausilio, poco tenero con i giocatori.

L’attaccante nerazzurro ha spiegato: “Ritengo che il d.s. abbia il dovere di motivare la squadra. Quando è il momento di dire certe cose è giusto farlo. Questo rientra nel suo ruolo. Dobbiamo fare bene non solo per noi stessi, ma anche per tutti coloro i quali lavorano per noi e che hanno il diritto di esprimere la loro opinione. Il discorso di Ausilio si è concluso a Crotone. Adesso mancano sette partite davvero importanti e dobbiamo ragionare sul futuro. Quello di Crotone non è stato un atteggiamento ottimale, ma nessuno di noi si aspettava una squadra così molle. Ci siamo arrabbiati tutti: dal mister allo staff, dal primo all’ultimo giocatore”.

Icardi si augura di sfatare il tabù chiamato Milan. “Lo avevo già detto all’andata. Non mi preoccupa il fatto di non aver segnato contro di loro.

Ma sicuramente, anche in qualità di capitano dell’Inter, fare gol durante il derby mi regalerebbe una enorme soddisfazione”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche