Isabella Rossellini stuprata: 'Ora è tardi per denunciare'
Isabella Rossellini stuprata: ‘Ora è tardi per denunciare’
Lifestyle

Isabella Rossellini stuprata: ‘Ora è tardi per denunciare’

isabella rossellini

La celebre attrice italiana, oggi 65enne, ha confessato di aver subito una violenza sessuale all'età di 15 anni.

Isabella Rossellini, attrice italiana 65enne, ha fatto delle dichiarazioni molto pesanti. La figlia di Ingrid Bergman e Roberto Rossellini ha infatti confessato di essere stata stuprata quando aveva soltanto 15 anni di età. Il violentatore è stato un ragazzo poco più grande di lei. Ma non ha denunciato ai tempi, non ha alcun senso farlo adesso. Nonostante Isabella Rossellini affermi di comprendere l’importanza del movimento #MeToo, non intende tirare fuori questa sua personale storia a 48 anni dall’accaduto.

Isabella Rossellini stupro

Le parole, dette durante un’intervista a Vulture, sono molto importanti, e faranno senza dubbio discutere. La famosa attrice italiana Isabella Rossellini ha dichiarato di aver subito uno stupro. Il fattaccio sarebbe successo ben 48 anni fa, e l’autore della violenza è stato un ragazzino poco più grande di lei. L’attrice, figlia di Ingrid Bergman e di Roberto Rossellini, non ha però denunciato all’epoca. E non intende farlo adesso. Isabella Rossellini ha dichiarato: “Perché dovrei tirare fuori questa storia 48 anni dopo? Che cosa accadrebbe se la gente iniziasse a dire: ‘No, ora devi dire il suo nome’? Non so cosa faccia ora: potrebbe essere sposato, potrebbe avere dei figli.

In Italia sono una superstar, se facessi il suo nome gli rovinerei la vita”.

Isabella Rossellini spiega anche il perché ha deciso di insabbiare lo stupro 48 anni fa. Decisivo è stato il momento storico durante il quale si è verificato l’episodio. La madre Ingrid Bergman, in quel periodo aveva subito l’emarginazione per aver avuto una relazione fuori dal matrimonio. L’autore della violenza contro Isabella Rossellini, secondo l’attrice, l’ha ferita in un “contesto di una cultura che tutti stiamo provando a cambiare”. Secondo lei, la soluzione non può essere individuare questa persona e distruggergli l’esistenza. Isabella Rossellini afferma di non aver il cuore per fare ciò. L’attrice riesce anche a capire e contestualizzare quell’orribile gesto. Il suo stupratore, infatti, ha agito nel contesto di una cultura che è differente rispetto a quella attuale.

Isabella Rossellini #MeToo

Le parole di Isabella Rossellini sono molto gravose, oltre che per il contenuto, anche per il periodo in cui sono giunte. Anche se i riflettori si sono forse un po’ spenti, siamo ancora in pieno periodo Weinstein. Isabella Rossellini sorprende ancora. Dopo aver raccontato il suo ‘segreto’, ha affermato di capire perfettamente il movimento #MeToo, e di comrpenderne l’importanza. Secondo lei, la cosa più interessante è il fatto che questo movimento sia stato in grado di mostrare tutti i modi in cui possono essere ridotte le donne. E Isabella Rossellini afferma che ci sono molti modi per ‘ridurre’ una donna. Basta che un capo dica “Mi piace questa gonna su di te”. È un tipo di complimento che, secondo Isabella Rossellini, sminuisce. L’attrice si sente sminuita quando le viene detto “sei così bella per la tua età”. Secondo l’attrice, la cosa davvero importante è stato dimostrare quanto possano essere stati subdoli certi uomini, senza usare la minima violenza.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche