Isis ai migranti, tornate a casa - Notizie.it
Isis ai migranti, tornate a casa
News

Isis ai migranti, tornate a casa

Lo Stato Islamico ha deciso di intervenire sulla questione migranti.
Lo ha fatto con i metodi usuali, ovvero diffondendo video infarciti di propaganda, basata, in questo caso, sulle difficoltà vissute, soprattutto negli ultimi giorni, dai profughi che stanno tentando l’ingresso in Europa.
Sullo sfondo di immagini che raccontano le violenze subite dai migranti per mano delle polizie dei paesi dell’est Europa e i drammi dei barconi in balia del mare, la voce fuori campo lancia un messaggio molto chiaro. “I nostri cuori” dice la voce, rivolta ai migranti “sono spezzati. Avete lasciato le vostre abitazioni e i vostri Paesi, ora siete profughi. Tornate a casa e potrete contare su Dio e sullo Stato Islamico. Qui troverete il calore umano e la sicurezza. Voi siete le nostre famiglie, e noi difenderemo voi e i vostri beni. Vogliamo la vostra dignità, la vostra sicurezza e la vostra salvezza dall’inferno”.
L’Isis ha quindi deciso di sfruttare le difficoltà e le incoerenze dell’Unione Europea in tema di accoglienza per cercare di porsi come una vera e propria entità statale in grado di fornire assistenza e protezione.

Stato Islamico contro Europa e, quindi – è inevitabile – Islam contro mondo cristiano.
A confermare l’importanza dello scontro nel quale il Califfato si è lanciato potrebbe esserci il fatto che la voce fuori campo potrebbe essere, secondo quanto ha riportato il portale Wikilao, proprio quella di Abu Bakr al-Baghdadi, che perciò potrebbe essere tornato a parlare dopo mesi di silenzio.
Di certo, la mossa dello Stato Islamico potrebbe risultare incisiva, andando a mietere consensi in tutti quei gruppi di profughi musulmani e non per forza siriani che potrebbero aver avuto esperienze molto negative all’arrivo nel Vecchio Continente.
La risposta ad una propaganda così scoperta è in generale molto più difficile di quanto possa sembrare, ma, allo stato attuale, non si può evitare di riconoscere che l’Europa non è in grado di dare ai migranti un’indicazione univoca.

Fra confini aperti e confini chiusi e accoglienza garantita solo agli aventi diritto di asilo, la situazione, nella distanza sempre più grande fra i proclami e le azioni messe in pratica dai governi, si fa sempre più confusa.

1 Trackback & Pingback

  1. Isis ai migranti, tornate a casa | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche