Cronaca

Pubblicato il 27/04/2012 - 17:35

Aggiornato il 27/04/2012 - 17:35

Isole Egadi: recuperata ancora del I secolo A.C.

Una squadra di tecnici e volontari dell’Area Marina Protetta “Isole Egadi” e della Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana, ha recuperato dai fondali di Cala Grande, a Favignana, un ceppo d’ancora romana in piombo del peso di circa 150 kg. Il reperto archeologico, databile approssimativamente attorno al I Secolo a. C., giaceva su un fondale roccioso a 20 metridi profondità ed era stato rinvenuto da Michele Rallo, esperto apneista. Una squadra di tecnici subacquei della Soprintendenza del Mare – inviata sul luogo dal Soprintendente, Sebastiano Tusa, e supportata dai mezzi nautici dei carabinieri, della Capitaneria di Porto e dell’Area Marina Protetta, ha recuperato il reperto che è stato issato a bordo di un peschereccio.
L’arrivo in porto dell’ancora romana è stata salutata dal Presidente dell’Area marina protetta, il Sindaco di Favignana, Lucio Antinoro.

“Provo grande soddisfazione – ha commentato – per un intervento importante, portato a termine grazie ad una esemplare collaborazione istituzionale”. Per i primi tempi è stato concordato con il Soprintendente del Mare di allocare l’ancora nell’atrio di Palazzo Florio, prestigiosa sede del Consiglio comunale. A breve saranno effettuati gli opportuni rilievi e si procederà ad un intervento di pulizia conservativa dell’ancora, che sarà poi esposta al pubblico in un luogo ancora da stabilire.

Nessun commento

Nessuno ha ancora commentato. Clicca qui per essere il primo a farlo

di Francesca Sonia Sabatino

Contatti:

I più letti

È morto uno dei due casi di coronavirus registrati in Veneto nella giornata del 21 febbraio. L'uomo era ricoverato in terapia intensiva.
Sono complessivamente 79 i casi di coronavirus registrati nel Nord Italia: si registrano anche i primi infetti in Piemonte ed Emilia-Romagna.
Un treno Frecciarossa è stato fermato a Bologna per un sospetto caso di coronavirus a bordo, che tuttavia si è poi rivelato un falso allarme.
Potrebbe essere stato individuato il paziente zero che, dal Veneto, avrebbe diffuso il coronavirus in Lombardia a partire dal lodigiano.
La prima bambina italiana ad essere stata contagiata da coronavirus ha 4 anni e potrebbe aver preso il virus nell'ospedale di Codogno.
Tre nuovi casi di coronavirus registrati in Italia: si tratta di una coppia di Bergamo in vacanza a Palermo e un imprenditore di Firenze.
È un 62enne di Castiglione d'Adda, nel lodigiano, la settima vittima italiana di coronavirus. L'uomo era ricoverato a Como con patologie pregresse.
Don Marino Genova è stato condannato a 6 anni di reclusione per abusi su minori: il racconto di Giada Vitale.
Un terremoto di magnitudo 3.1 è stato registrato a Comacchio, in provincia di Ferrara.
Nuovi casi di Coronavirus in Italia: in Lombardia i casi salgono a oltre 100 tra cui quattro, per la prima volta, nella zona di Bergamo.