Israele, raid aereo su Gaza, ma c'è l'ombra dell'Isis - Notizie.it
Israele, raid aereo su Gaza, ma c’è l’ombra dell’Isis
News

Israele, raid aereo su Gaza, ma c’è l’ombra dell’Isis

L’aviazione israeliana ha effettuato un raid aereo sulla striscia di Gaza, nel corso del quale gli F16 hanno bombardato un campo di addestramento di Hamas.
A riferirlo è stato, nella giornata di ieri, il Jerusalem Post.
Il raid è stato deciso in risposta a un recente lancio di due razzi nella zona meridionale di Israele, che, a quanto risulta, non avrebbero provocato vittime. Il primo, infatti, avrebbe colpito un autobus vuoto nella città di Sderot, mentre il secondo sarebbe stato intercettato dallo scudo di difesa israeliano Iron Dome e, quindi, abbattuto prima di raggiungere un qualsivoglia bersaglio.
Sembrerebbe trattarsi delle non inusuali schermaglie (e non è senza tristezza che si arriva a definirle in questo modo) che animano questa zona del Medio Oriente, ma potrebbe non essere così.
Il lancio dei razzi sarebbe stato infatti rivendicato da un gruppo terrorista salafita, le “Brigate Sheikh Omar Hadid” autoproclamatesi affiliate allo Stato Islamico, che già nei mesi scorsi si erano fatte avanti in occasione di attacchi di questo genere.

L’ipotesi più accreditata è che l’attacco sia stato sferrato come provocazione e atto di sfida proprio nei confronti di Hamas, che finora ha sempre mostrato di tollerare molto poco, quando non di combattere in modo esplicito, la presenza dell’Isis o di suoi gruppi satelliti nella zona.
Israele, effettuando il raid, ha mostrato con chiarezza di non avere dato credito a questa “versione”, ma di propendere per la ben più semplice spiegazione che ad attaccare sia stato Hamas.
Quale che sia la spiegazione, però, è da notare come la tensione a Gerusalemme e in tutta la Cisgiordania sia tornata molto alta, dopo un periodo di relativa tranquillità.
Che tutto ciò sia da ricondurre ai “fisiologici” problemi della regione potrebbe, per una volta, essere una notizia buona. Quanto meno, infatti, si tratterebbe della migliore fra tutte le spiegazioni possibili. La peggiore, per contro, sarebbe il dover ammettere che davvero l’Isis ha iniziato a infiltrarsi in questa zona, che si è organizzata e ha iniziato ad agire.

Qui, ancora più che altrove, la presenza dello Stato Islamico può rappresentare un pericolo di portata internazionale senza precedenti.

1 Trackback & Pingback

  1. Israele, raid aereo su Gaza, ma c’è l’ombra dell’Isis | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche