×

Istigazione alla corruzione, due arresti a Catania

Istigazione alla corruzione, due arresti a Catania in danno di altrettanti funzionari e sui lotti di terreno adiacenti la base militare di Sigonella

Due arresti per istigazione alla corruzione della GdF catanese

Istigazione alla corruzione, è questa la presunzione di reato sulla scorta della quale la magistratura ha chiesto ed ottenuto due arresti a Catania nell’ambito dell’operazione denominata “Extra base”. Le misure di cautela sono state applicate a due funzionari pubblici dalla Guardia di Finanza di Catania. 

Corruzione, due arresti a Catania per istigazione a commettere quel reato

L’ipotesi di reato che li riguarda è contestualizzata in un delicato fascicolo penale istruito dalla Procura Distrettuale di Catania ed affidato alle Fiamme Gialle: i requirenti ipotizzano gravi condotte illecite in merito alla procedura di esproprio per pubblica utilità di alcuni terreni. 

C’entrano i terreni vicino Sigonella con l’indagine sulla istigazione alla corruzione sfociata in due arresti a Catania

E non si tratterebbe di terreni qualunque, ma di lotti adiacenti alla base militare di Sigonella.

Nei confronti dei due colletti bianchi è stata disposta ed eseguita una ordinanza di custodia cautelare di massima gravità, in carcere, validata dal Gip competente. 

Indagini per istigazione alla corruzione anche in Puglia e nel Lazio: due arresti a Catania

Le indagini sono state coordinate dalla Procura distrettuale di Catania e non hanno avuto come teatro operativo la sola Sicilia, ma anche la Puglia ed il Lazio. Sull’operazione  il procuratore Carmelo Zuccaro ha annunciato anche una dettagliata conferenza stampa per le 10.30 di oggi, 16 ottobre, presso la sede del Nucleo di Polizia economico-finanziaria a Catania.

Contents.media
Ultima ora