Italia: allarme disoccupazioni, dati sempre più preoccupanti - Notizie.it
Italia: allarme disoccupazioni, dati sempre più preoccupanti
Economia

Italia: allarme disoccupazioni, dati sempre più preoccupanti

Un rapporto della Cig mette in luce come la dicossupazione nel nostro paese sia cresciuta in maniera preoccupante

Disoccupazione in aumento tendenziale

Sono circa 660mila i lavoratori che dall’inizo del 2010 sono stati messi in cassa integrazione, con ripercussioni anche sui redditi che sono stati decurtati di circa 2,4 miliardi di euro. A renderlo noto è un rapporto dell’Osservatorio Cig del dipartimento Settori produttivi della CGIL Nazionale, secondo il quale una situazione già così delicata sarebbe anche destinata a peggiorare. Secondo la ricerca il tasso di disoccupazione sarebbe salito paurosamente e precisamente dal 9,1% certificato per il primo trimestre dell’anno al 12,1%, sottolineando come ad aumentare è stata soprattutto la cosiddetta cassa integrazione in deroga, vale a dire quella che estende agli ammortizzatori sociali a quei lavoratori che prima non erano tutelati. Pare anche che le ore siano aumentate da maggio a giugno del 7,30%, il dato più alto degli ultimi 18 mesi, per un totale, relativamente al primo semestre del 2010, pari a di 155.497.686 ore di Cigd.

“Il rapporto – spiega il segretario confederale della Cgil, responsabile del settore Industria, Vincenzo Scudiere – dimostra come la crisi produttiva sia grave e la manovra economica non faccia altro che ampliare i rischi di peggioramento delle condizioni di reddito e sociale delle famiglie“. Secondo Scudiere, “servono urgentemente interventi da parte del governo anche a fronte degli effetti determinati dalla manovra economica, che riducono gli spazi e le possibilità di finanziamento da parte delle Regioni”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche