Italia invasa? L'analisi sul numero dei migranti nel paese
Italia invasa? L’analisi sul numero dei migranti nel paese
Cronaca

Italia invasa? L’analisi sul numero dei migranti nel paese

Italia invasa
Italia invasa

I numeri veri degli sbarchi in Italia. I dati, forniti dal Viminale, fotografano la realtà italiana.

I numeri forniti dal Viminale evidenziano un netto calo degli sbarchi, almeno nella prima parte dell’anno. Dall’inizio del 2018, infatti, sono circa 14 mila i migranti che hanno raggiunto le coste della nostra penisola. Una netta diminuzione si assiste in particolare sul fronte libico. Le comparazioni con i due anni precedenti fornite dal Dipartimento di Pubblica Sicurezza alimentano di dati utili e considerevoli il già dibattuto tema delle immigrazioni. I numeri consentono di comprendere se davvero possiamo parlare di Italia invasa.

Il problema dell’immigrazione

Dopo la chiusura dei porti italiani e il “no” del ministro degli Interni alla nave Aquarius e ai suoi 629 migranti, il Viminale ha fornito dati e numeri sugli sbarchi nel nostro Paese.

Italia invasa

Il caso Aquarius ha assunto una rilevanza internazionale, con conseguenti polemiche e momenti di tensione. E’ la Spagna del neopremier Pedro Sanchez a essersi offerta di accogliere i migranti, che pesto sbarcheranno a Valencia. Il presidente francese Emmanuel Macron ha criticato duramente l’Italia, definendo “cinica e irresponsabile” la scelta di chiudere i porti per impedire l’attracco della nave.

La risposta di Salvini non si è fatta attendere.

Il governo italiano non accetta prediche né moralismi dai paesi europei. In seguito all’incresparsi dei rapporti con l’Eliseo, il Vicepremier ha duramente attaccato Macron. “La Francia ospita meno della metà dei richiedenti asilo che ospitiamo noi e spende 10 euro in meno a testa di quanto spende l’Italia”, ha tenuto a precisare. “Il presidente francese ci dà lezioni, ma gli ho detto che non mi sembra garbato dire vomitevole al popolo italiano. Anche perché Macron l’anno scorso ha chiuso i porti“, ha puntualizzato Salvini.

I numeri degli sbarchi

Il ministro ha parlato di “invasione”, ma i dati forniti da Viminale nel corso della giornata di martedì 12 giugno segnalano una situazione in via di miglioramento. Infatti, sembrerebbe che gli sbarchi avvenuti in Italia nell’arco dei primi 6 mesi del 2018 siano enormemente calati rispetto ai due anni precedenti.

Dall’inizio di quest’anno sono sbarcati in Italia 14.441 migranti, contro i 64.033 del 2017 e i 52.775 del 2016. Tra l’anno passato e quello in corso, il calo è stato dell’84 per cento. In molti sperano che le politiche di Salvini possano apportare ulteriori diminuzioni nel resto del 2018. I migranti provenienti dalla Libia sono passati da 61.433 nel 2017 a 9.832 nel 2018. Anche in tal caso il calo è di oltre l’80%. Gli accordi con Tripoli pare abbiano comportato una notevolissima riduzione degli sbarchi, che attualmente si assestano su livelli sostenibili per il nostro Paese.

Italia invasa

Tra i porti più coinvolti negli sbarchi c’è quello di Pozzallo, seguito dai molti altri porti siciliani a cui fanno coda quello di Crotone e Reggio Calabria. La maggior parte dei migranti proviene da Tunisia, Eritrea, Sudan e Nigeria. Meno numerosi quelli provenienti da Iraq, Algeria e Pakistan.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Diadora Cyclette Lux Rigenerata
129 €
325 € -60 %
Compra ora
Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora
Burberry Cofanetto Regalo Profumo Burberry Weekend For Men + All Over Shampoo
39.5 €
Compra ora
Y Not? Borsa Donna a Tracolla Y NOT J-331 Champs Elysees
43 €
86 € -50 %
Compra ora
Asia Angaroni
Asia Angaroni 838 Articoli
Leva 1996, varesotta di nascita milanese di adozione. Dall’amore per la stampa e la verità alla laurea in Comunicazione. Amante della letteratura e dell’arte, alla ricerca costante di sapienza e cultura. Appassionata di cronaca sportiva e di inchieste, desiderosa di fare della parola il proprio futuro.