×

Italia zona bianca: il calendario regione per regione

L'Italia dovrebbe progressivamente passare in zona bianca: il 31 maggio tocca al Friuli-Venezia Giulia, Sardegna e Molise.

Italia zona bianca

L’Italia dovrebbe progressivamente passare in zona bianca. Solo ipotesi al momento, su cui è stato costituito un calendario che proponiamo in questo articolo. Si parte dal 31 maggio con Friuli-Venezia Giulia, Sardegna e Molise, che andranno a eliminare diverse restrizioni.

Il passaggio è stato già ufficializzato dal ministro della Salute Roberto Speranza in seguito alla pubblicazione del consueto report settimanale. Tuttavia, già dal 7 giugno potrebbe toccare ad altre quattro regioni: Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto. E avanti così nelle settimane successive. Nei paragrafi di seguito faremo più dettagliatamente il punto della situazione. 

Italia zona bianca: le riaperture

In zona bianca, secondo le nuove regole, sarà abolito il coprifuoco. L’abolizione, è da precisare, è già prevista il prossimo 21 giugno, ma nelle regioni in fascia bianca essa sarà anticipata.

A riaprire saranno le sale giochi, piscine all’aperto, casinò, parchi tematici e centri sociali e culturali. Ripartono, inoltre, le cerimonie e i matrimoni, ma soltanto con pass verde. In zona bianca riapriranno anche le discoteche, ma solo per mangiare e bere: vietati ancora i balli in pista. 

Italia zona bianca: quali saranno le prime regioni a riaprire

Per passare in zona bianca una regione dovrà mantenere per almeno tre settimane consecutive il dato di cinquanta contagi ogni 100.000 abitanti.

È sicuro che a entrare in zona bianca dal 21 maggio saranno: Friuli Venezia-Giulia, Molise e Sardegna. Nel caso in cui il trend sarà confermato, dal 7 giugno toccherà alle regioni Liguria, Umbria, Veneto e Abruzzo. Recentemente a scendere sotto la soglia di cinquanta contagi sono state Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte e Trento. Per le regioni ora menzionate, in caso di trend costante, il passaggio in zona bianca dovrebbe esserci il 14 giugno. Sorte incerta per la Puglia che ha fatto registrare di recente cinquanta casi ogni 100.000 abitanti, ovvero, il valore limite. 

Italia zona bianca: il rientro in tale fascia tra il 21 e il 28 giugno

Rimangono altri territori che non hanno raggiunto il valore al di sotto dei cinquanta casi ogni 100.000 abitanti. Tuttavia, le regioni in questione proseguono una netta discesa. Se la situazione andrà avanti così è probabile che il 21 giugno a entrare in zona bianca saranno Basilicata, Calabria, Campania, Marche, Bolzano, Sicilia e Toscana. Forse la Val D’Aosta dovrà aspettare il 28 giugno poiché al momento fa registrare un trend di settantanove contagi ogni 100.000 abitanti. 

Contents.media
Ultima ora