×

Italia,30-28-23: ma era necessario?

Lippi

Con il taglio di Sirigu, Cassani, Cossu, Borriello e Rossi l’Italia per il Mondiale è finalmente fatta. Viene da dire “finalmente” proprio perchè si andava avanti anche da troppo: a metà Maggio, quando di solito si convocano i 23 e basta, i CT della varie nazionali, non tutte, hanno optato per i 30 preconvocati.

Dopo una settimana i primi 2 o 3 tagli, con Lippi che ha rispedito a casa gli juventini Grosso e Candreva. Il 1 Giugno, dopo quasi 3 settimane di speranze dei ragazzi, le esclusioni finali, nelle quali senza dubbio Borriello e Rossi sono stati i più delusi. Soprattutto il giovane attaccante del Villarreal, chiamato al posto di Legrottaglie, altra delusione la sua mancata convocazione, e poi rispedito a casa.

Ci chiediamo se fosse davvero necessario partire da 30 e procedere a due fasi di eliminazione, come se la Nazionale fosse un reality show qualsiasi.

Probabilmente questo clima di attesa e speranza ha giovato a qualcuno, di certo non ai ragazzi che fino all’ultimo hanno sperato di realizzare il proprio sogno e andare a giocarsi il Mondiale.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche