×

Italiani a Vienna. Terremoto. La solidarietà arriva anche da qui

Condividi su Facebook

Italiani a Vienna. Terremoto. La solidarietà arriva anche da qui
Un gruppo di amici, la giusta location, un ottimo cuoco e la serata é ben riuscita.

Il desiderio di essere presenti anche da lontano ha unito un gruppo di Italiani a Vienna per raccogliere fondi. Per aiutare la popolazione di Capricchia,una piccola frazione di Amatrice molto danneggiata dal terremoto.

L’obiettivo della serata era raccogliere fondi per aiutare ad acquistare moduli abitativi per le poche persone che restano nel borgo, 22 persone tra cui 6 bambini.

Paolo Manganiello e Leonardo D’Alessandro, che vivono stabilmente a Vienna da anni, giá dal 24 Agosto avevano deciso di organizzare qualcosa e ora ci sono riusciti.

“L’idea di essere utili in questo momento difficile per l’Italia é nata molti mesi fa,dopo il terribile terremoto che ha distrutto Amatrice -ci racconta Paolo.

– Lavoro con Leonardo importando generi alimentari italiani e per l’occasione abbiamo deciso di unire i talenti nostrani per dar vita a questa serata. Qui si vuole celebrare l’Unione e la collaborazione”.

“Io sono di Pescara,aggiunge Leonardo. Ho vissuto il terremoto dell’Aquila perché ero in Italia,con la mia famiglia. A Pescara abbiamo sentito il boato, terribile. Quando ero più piccolo ho anche vissuto il terremoto dell’Irpinia. Sono molto sensibile a tutta questa tragedia. Mi sento coinvolto in prima persona” .Da un pò di tempo seguo la situazione di Capricchia e dei suoi abitanti e ho voluto far qualcosa personalmente per loro”.

Rappresentanze

Alla serata era presente il Ministro Consigliere dell’Ambasciata Italiana a Vienna, Dr. Marco Di Ruzza, che ha commentato positivamente l’evento.

” Gli Italiani per la solidarietà non sono secondi a nessuno.Ho avvertito anche tanta partecipazione del popolo austriaco per le famiglie terremotate e per quello che sta succedendo in Italia. Grande solidarietà.Questo filo diretto con Capricchia é molto bello come é molto bello che con questi eventi si valorizzi anche l’eccellenza dei prodotti italiani.”

Durante la serata si é offerto ai partecipanti spaghetti all’Amatriciana e carbonara, preparate dall’istancabile cuoco italiano Bruno Ciccaglione che come tutti in questo momento, ha voluto dare il suo contributo alla serata.

Altre iniziative

Sono in atto tante iniziative di solidarietà a Vienna. Una tra queste é la raccolta fondi del gruppo tutto al femminile MIV, mamme italiane a Vienna, rappresentato da Francesca Fraula, che continua a raccogliere fondi per donarli alle scuole o comunque ad iniziative per aiutare i bambini dei paesi terremotati.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.