×

Justine Mattera, condannato a 1 anno e 8 mesi 27enne che la ricattava

Condannato a 1 anno e 8 mesi un 27enne messinese che ricattava on-line la showgirl Justine Mattera e la scrittrice erotica Irene Cao, spacciandosi per un ex pornodivo e un ciclista.

La show girl
Primo piano

L’episodio

Primo piano sexy

Un giovane messinese di 27 anni con la passione per il gossip e l’informatica, è stato condannato ad un anno e 8 mesi di reclusione con l’accusa aver ricattato, dopo essersi spacciato per qualcun altro, la showgirl Justine Mattera, ex moglie dell’apprezzatissimo presentatore recentemente scomparso Paolo Limiti – del quale era stata co- conduttrice della sua trasmissione pomeridiana “Ci vediamo in TV”, per poi sposarlo nel 2000 e divorziare due anni dopo -, e di essersi spacciato per per qualcun altro anche la scrittrice di romanzi erotici Irene Cao.

Scrittrice

La condanna per il colpevole – denunciato lo scorso anno – è stata emessa del tribunale di Milano Luisa Balzarotti ed è andata oltre la richiesta di pena di un anno di carcere per il 27enne con l’accusa di violenza privata e furto d’identità. Infatti questi si spacciava ora per il pornodivo Franco Trentalance ora per il ciclista veneto Filippo Pozzato, in modo da chattare con le due donne: a questo scopo aveva creato due falsi profili.

Amico di Justine Mattera

Coinvolto suo malgrado nel caso

Stabiliti per le parti civili cospicui risarcimenti: almeno diecimila euro per Justine Mattera – la cifra si deciderà in sede civile – e circa 18 mila euro complessivi per la scrittrice, per il ciclista e per l’ex pornodivo. L’imputato è stato anche riconosciuto colpevole di aver minacciato la showgirl italo-americana “di rendere pubblici i contenuti delle conversazioni” con lei, in modo da persuaderla a continuarle. Ecco il motivo dell’accusa di violenza privata. A fidarsi era stata soprattutto Justine – sposata dal 2009 con l’imprenditore Fabrizio Cassata e madre di due figli -, convinta di chattare con Franco Trentalance, suo amico: il 27enne l’ha quindi persuasa a farsi raccontare dettagli della sua vita privata.

La polemica

Justine Mattera sulla destra

La bellissima 46enne Justine Mattera, la cui bellezza, come genere, ricorda un po’ quella di Marilyn Monroe – tanto da essere scelta nel 2013 come protagonista della trasposizione teatrale del mitico film “A qualcuno piace caldo” (1956) di Billy Wilder – , era stata molto criticata sui social all’indomani della morte di Paolo Limiti, spentosi il 27 giugno scorso nella sua casa di Milano, dove da un anno combatteva contro un tumore: invitata da Bruno Vespa a Porta a Porta con altri vip – in studio e in collegamento – la sera del 28 giugno per parlare dell’ex marito – al quale comunque era ancora legata da affetto e gratitudine per essere stata da lui lanciata nel mondo dello spettacolo – , la Mattera si era presentata in trasmissione con una mise ritenuta da molti spettatori non adatta al triste momento – vestito nero ma corto – . Tre settimane più tardi, invece, una sua follower su Instagram aveva criticato la showgirl per una foto provocante “con il povero Paolo ancora caldo”; ma lei ha risposto piccata: “Sono l’ex moglie, mica la vedova, mio marito (Cassata, ndr) in effetti è caldissimo”, ha scritto – ovviamente peggiorando la situazione -. Non di meno su Instagram subito dopo la morte del conduttore, aveva dedicato a Paolo Limiti un tenero messaggio sempre su Instagram: “Sembra ieri. A te che mi hai creato una carriera. Che hai creduto in me. Che mi hai amata. Love you”.


Contatti:

Contatti:
Caricamento...

Leggi anche