Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Juve la pista adesso è Matri
Sport

Juve la pista adesso è Matri

Finalmente un nome giusto per ringiovanire l’attacco bianconero. Infatti dopo la pressione su Cellino per portare a Torino Matri, adesso siamo dalla parte di Marotta, che aspetta sempre l’ultimo secondo per fare un acquisto azzeccato. Infatti, la dirigenza si è già mossa e ha contattato direttamente il presidente del Cagliari, Massimo Cellino, per convincerlo a cedere il suo bomber. La proposta presentata prevede un prestito con diritto di riscatto fissato a circa 12-13 milioni di euro, più la metà bianconera del cartellino di Lorenzo Ariaudo. Cellino medita: il nocciolo dell’operazione risiede proprio nella modalità di pagamento. Ma da questo punto di vista – questione di budget, di piani operativi, di fairplay finanziario – la Juventus non ha molti margini d’azione: la necessità è che l’esborso economico risulti sul bilancio della prossima stagione e non su quello attuale (uno dei motivi per cui non è stato possibile tenere botta all’Inter nella trattativa per Pazzini).

L’eventuale partenza di Amauri in prestito potrebbe tuttavia convincere la Juventus ad un ulteriore sforzo. Anche da questo punto di vista, dunque, Marotta è particolarmente attivo: l’italo-brasiliano era deciso a restare a Torino, ma le ultime difficoltà generali/personali lo hanno persuaso del fatto che, molto probabilmente, per lui sarebbe più facile rinascere e ritornare ai massimi livelli di rendimento personale in un nuovo ambiente, scevro di preconcetti e contestazioni all’insegna del «torna in crociera…». Il Genoa è pronto ad offrirgli questa occasione sino a fine anno, ma non mancano le offerte dall’estero: dall’inghilterra rimbalzano indiscrezioni legate a West Bromwich e Fulham. Marotta sa bene che la rinascita dell’attaccante, farebbe comodo anche ai bianconeri in ottica futura.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche