Juventus - Bologna, Conte: " Antenne dritte, non c'è niente di facile". - Notizie.it
Juventus – Bologna, Conte: ” Antenne dritte, non c’è niente di facile”
Juventus

Juventus – Bologna, Conte: ” Antenne dritte, non c’è niente di facile”

Antonio Conte si presenta carico come sempre nella conferenza stampa pre partita, mantiene bassi gli entusiasmi e resta coi piedi per terra: “Abbiamo giocato due partite, ottenendo due risultati utili, ma mancano 36 partite, quindi da questo punto di vista non abbiamo fatto assolutamente niente.Abbiamo iniziato bene, è vero – ribadisce il tecnico – ma dopo due giornate parlare di squadra di fenomeni e di allenatore che non sbaglia un colpo, mi sembra eccessivo, anche perché so perfettamente che alla prima situazione negativa i giudizi si ribalteranno. Vorrei invece maggior equilibrio, soprattutto per rispetto dei nostri tifosi che in questi anni sono stati illusi fin troppo“.
L’inizio con due vittorie consecutive ha scaldato gli entusiasmi di tutti,lo scorso anno dopo due giornate la Juve aveva raccolto solo un punto, a questo Conte risponde così: “Ma due anni fa era partita con due vittorie e poi aveva concluso settima – ribatte Conte – Detto questo era importante ottenere questi successi, per nulla scontati, come dimostra il fatto che il Parma abbia subito battuto il Chievo.

Abbiamo sicuramente i nostri meriti per i punti ottenuti finora, punti che valgono quanto quelli ottenuti contro le grandi squadre”.
Partita facile? :” Partita facile un cavolo. Non c’è nulla di facile. Arriva una squadra che ha zero punti in classifica, nonostante in rosa ci siano campioni come Di Vaio e giocatori de calibro di Diamanti, Ramirez, Perez o Gillet. Non c’è nulla di scontato e abbiamo cercato di preparare bene la gara, nonostante il poco tempo a disposizione“.
Per quanto riguarda la formazione l’allenatore bianconero lascia trapelare che ci sarà pochissimo turnover, trova i giocatori in forma e allenati per poter sostenere partite ogni 3 giorni:” Stiamo valutando con lo staff le risposte che ci hanno dato i calciatori, il gruppo si è allenato bene e ci sono i presupposti per ripeterci. Non mi preoccupa la condizione fisica, farò le mie scelte in base all’avversario e all’atteggiamento tattico. La coppia Vucinic-Del Piero? Sono due attaccanti centrali, possono coesistere.

Ma ce ne sono altri, chi gioca deve avere voglia di fare la fase offensiva e quella difensiva. Giaccherini ha lavorato 2 settimane e mezzo in più di Elia e Estigarribia. Vidal? E’ un ottimo giocatore, ci da un’alternativa in mezzo e sa cambiare il ritmo. Ma devo fare delle scelte, per far giocare Vidal devo lasciare a riposo uno tra Pirlo e Marchisio, a meno che mi facciano giocare in 12… Non c’è da farne un caso, devo fare delle scelte“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche