×

Juventus-Palermo 4-1: ecco le pagelle

default featured image 3 1200x900 768x576

Una partita di prove per il Porto, quella disputata dalla Juventus contro il Palermo. Tenaci i rosanero, ma Dybala e Higuaín fanno sognare.

La Juve è pronta per la partita contro il Porto. Il match col Palermo ne è stata la conferma.

I rosanero non si sono mostrati per nulla arrendevoli. Ma Dybala è sempre stato nel posto giusto e al momento giusto, con Marchisio che domina al centrocampo e Higuaín che strabilia. Male, invece, Pjaca. Nel Palermo si distinguono Balogh e Sallai.

Ecco le pagelle.

JUVENTUS

BUFFON: 6.5 – Questa volta, è stato messo ben alla prova. Ma nulla che lo potesse spaventare.

DANI ALVES: 6 – A volte lezioso, ma in crescita. Migliorabile.

BENATIA: 6 – Non giocava dalla sconfitta col Genoa. Quella di stasera è stata una ri-partenza. Ma avrebbe potuto ancora aspettare.

BONUCCI: 6 – Qualche uscita a vuoto. Allegri lo mette alla prova sul centrosinistra dove, però, perde in ampiezza. Tenta un paio d’occasioni da gol ma senza successo e facendo sbraitare il mister.

ASAMOAH: 7 – Non è stato mai fermo. Il ruolo di terzino sinistro gli calza a pennello. E quel salvataggio su Balogh conta più di un gol.

MARCHISIO: 7 – Non segnava da quel rigore a San Siro contro l’Inter, il 16 maggio 2015. La rete gli ridona fiducia (dal 75′, RINCON: ng).

KHEDIRA: 6.5 – Inghiotte un gol clamoroso. Cio nonostante, sia in veste di mediano che di mezz’ala, resta comunque padrone del centrocampo e di sé stesso (dal 46′, LEMINA: 6 – Senza infamia e senza lode).

PJACA: 5.5 – Famelico, corre e cerca la giocata, ma è sempre solo contro tutti. Il suo canto si stacca dal coro. E nel secondo tempo, poi, è muto.

DYBALA: 7.5 – Punizione calibrata che però non va a segno. Solo sfortuna. Sarebbe stato un gol esemplare. Resta intraprendente, sempre al centro del gioco e senza paura di prendere né di darle. Regala l’assist per Higuain e ne ha ancora per segnare a tempo quasi scaduto.

STURARO: 6 – Impacciato sulla trequarti. Fatica a trovare il suo posto. Corre molto. Anzi, rincorre. Ma non si risparmia mai (dal 70′, CUADRADO: 6.5 – Carico, si scalda per il Porto).

HIGUAIN: 7 – Ci mette il suo zampino per il gol di Marchisio. Prestazione diligente sebben con qualche fuorigioco di troppo. Poi il terzo gol e chiude con un assist da applausi.

All. ALLEGRI: 6.5 – Contro questo Palermo, sarebbe stato sufficiente anche meno. Ma era importante tenere il ritmo del pre-Porto, dopo sei vittorie consecutive in Campionato. Qualche tensione con Bonucci…

PALERMO

POSAVEC- 6 – Spericolato e fuori misura in uscita.

RISPOLI: 5.5 – Va in affanno, se pressato da Asamoah e Pjaca.

GOLDANIGA: 5 – L’immediata ammonizione lo condiziona per tutto l’incontro.

ANDELKOVIC: 5 – Fa ciò che può.

ALEESAMI: 5.5 – Se spinge, dà soddisfazione. Ma è troppo leggero in difesa.

BALOGH: 6 – È ancora acerbo, sebbene dimostri di avere delle doti (dal’ 82′, DIAMANTI: ng).

JAJALO: 5 – Patisce la velocità di Sturaro e l’abilità di Khedira (dal 50′, SUNJIC: 5.5 – Entra quando la partita è ormai indiscutibilmente blindata).

BRUNO HENRIQUE: 5 – Il risultato (nullo) non cambia a seconda di cosa si occupa. Non pervenuto.

CHOCHEV: 5 – È l’anello debole, nonostante il gol.

SALLAI: 6 – È l’unico davvero pericoloso (dal 70′, EMBALO: 5.5 – Cerca di creare scompiglio, ma la palla non arriva).

NESTOROVSKI: 6 – Giocatore con la “G” maiuscola. Peccato abbia ricevuto pochi palloni.

All. DIEGO LOPEZ: 5 – Rispetto ad altre squadre che sperano in una serata negativa dei bianconeri, Lopez combatte e non rinuncia mai. Ciò nonostante, si sarà forse reso conto, fin da subito, che la partita non era da mettere in discussione.

Contents.media
Ultima ora