×

Kabul, panico su un volo italiano, colpi di mitagliatrice al decollo ma l’intelligence smentisce

Kabul, panico sul volo italiano, colpi di mitragliatrice al decollo ma l’intelligence smentisce: "solo" fuoco a terra per disperdere la folla asserragliata

L'interno di un C 130 militare italiano

Momenti di panico su un volo italiano che decollava dall’aeroporto di Kabul con colpi di mitragliatrice in fase di decollo e parrebbe indirizzati contro il nostro velivolo, ma l’intelligence smentisce e i servizi spiegano che lo scenario era altro. La notizia era stata attribuita all’inizio a fonti militari, tanto che l’Ansa aveva battuto il lancio intorno alle 14.00. 

Panico sul volo italiano: la mitragliatrice fa sentire la sua voce e tutti temono il peggio

Gli spari non avrebbero raggiunto il veicolo, in un primo momento si credeva perché le pur ottime manovre di elusione del pilota avevano evitato il peggio, in un secondo momento sulla scorta di circostanze che non avrebbero visto il nostro C-130 essere fatto oggetto di fuoco di mitraglia da parte dei talebani o di terzi soggetti.

La mitragliatrice spara a terra per disperdere la folla e scoppia il panico su un volo italiano in decollo

Si trattava infatti, secondo fonti dell’intelligence, di colpi automatici esplosi in aria dai miliziani talebani per far disperdere la folla, scambiati come raffiche puntate dritte sulla carlinga dell’Hercules. L’allarme iniziale era comunque comprensibile, dato che anche l’Italia tiene in gran conto l’allerta terrorismo paventato da paesi come Usa, Regno Unito e Australia

Panico sul volo italiano: la mitragliatrice spara, Vasta: “Ci hanno detto dell’attacco”

A bordo del C-130 anche la giornalista di SkyTg24 Simona Vasta, che ha parlato di “attimi di panico” e dell’aereo raggiunto da “colpi di mitragliatrice pesante” evitati dalle manovre diversive del pilota: “Ci sono stati attimi di panico soprattutto tra i civili afgani: all’inizio abbiamo pensato a vuoti d’aria poi abbiamo saputo dell’attacco”.

Poi i servizi hanno spiegato cosa fosse successo davvero. A bordo, oltre al gruppo di giornalisti, anche 98 civili

Contents.media
Ultima ora