Kaoter El Bouhmi, il nuovo volto del Pd per la Lombardia - Notizie.it
Kaoter El Bouhmi, il nuovo volto del Pd per la Lombardia
Politica

Kaoter El Bouhmi, il nuovo volto del Pd per la Lombardia

kaoter el bouhmi

La piu' giovane candidata del partito in Lombardia e' pronta a lanciare la sua sfida per i giovani e l'internazionalizzazione della Regione.

Avere 26 anni e provare a mettere le proprie competenze e le proprie esperienze a servizio della tua regione. E’ questa la storia di Kaoter El Bouhmi, ragazza marocchina di seconda generazione che, dopo aver studiato in Olanda e aperto una start up a Barcellona, ha deciso di ritornare in Italia per provare a cambiare le cose. I punti cardini del suo programma sono tre: lavoro giovanile, occupazione femminile e internazionalizzazione della Regione Lombardia. Tre punti su cui ha imperniato la sua intera campagna elettorale. “Sono specializzata in strategie di mercato internazionale e business development, attualmente lavoro come docente presso IFDA (Italian Fashion Design Academy) dove insegno Terminologia tecnica della moda in inglese (Fashion English) e E-commerce. Negli ultimi cinque anni – dice El Bouhmi – ho vissuto tra Amsterdam e Barcellona ed ho sviluppato un insieme di competenze tecniche e linguistiche che mi consentono di comprendere la dinamicitá del mercato globale. Il mio desiderio é quello di ispirare i giovani e condividere il mio bagaglio di esperienza in nome del progresso.

Indicandomi come preferenza stai dando fiducia alle nuove generazioni e stai dando il tuo contributo per il futuro della Lombardia!”

Kaoter El Bouhmi e i giovani

Come già detto, il primo punto del suo programma, riguarda la disoccupazione giovanile e la formazione dei giovanile, fondamentale secondo la El Bouhmi che assecondare le richieste del mercato del lavoro. “Sono dell’idea che si debba creare una sinergia tra Regione, aziende e sindacati che operano nel territorio lombardo. L’obiettivo deve essere quello di consentire ai giovani di frequentare dei corsi di formazione gratuiti, assecondando le richieste del mondo del lavoro. Fondamentale – dice la El Bouhmi – è quello di garantire le pari opportunità di lavoro a tutti gli studenti, creando un portale regionale che includa tutte le università, tutti gli istituti tecnici e professionali, creando così un network di forza lavoro proveniente dal mondo accademico e non per le imprese impegnate sul territorio”.

L’occupazione femminile

Per quanto concerne le donne, Kaoter El Bouhmi è dell’idea che si possa e si debba fare molto di piu’ su questo tema.

Difatti, l’occupazione femminile in Lombardia si aggira attorno al 60%, una percentuale troppo bassa per una regione così evoluta. Per questo motivo, la El Bouhmi vuole portare avanti determinate strategie per migliorare le condizioni lavorative delle donne: “Sono dell’idea che ci sia bisogno di una maggiore flessibilità lavorativa, in modo tale da consentire alle donne di poter lavorare sia da casa che in ufficio. Propongo anche la creazione di strutture smart co-working nei centri meno abitati, per diminuire il numero di pendolari ed incoraggiare le donne ad intraprendere o a non abbandonare la carriera lavorativa”.

L’internazionalizzazione della Lombardia

La Lombardia è una regione multietnica, da sempre interessata da turismo e flussi migratori, nonché dal gran numero di studenti che si trasferiscono qui da tutto il mondo per completare i loro studi. Proprio sul valore e la ricchezza della Lombardia, la El Bouhmi sostiene che: “Bisogno valorizzare il madre in Italy in tutte le sue forme, da una parte contribuendo alla formazione dei giovani che intraprendono percorsi legati a moda, musica, arte, food & beverage e agricoltura; dall’altra bisognerebbe dare sostegno alle imprese che si sono distinte, per la qualità dei propri prodotti, valorizzando il proprio brand all’estero”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche