> > Kiev: è corretto scriverlo in questo modo?

Kiev: è corretto scriverlo in questo modo?

Kiev

In realtà la forma corretta di scrittura non è Kiev, ma Kyiv: ecco perché è molto importante per il popolo ucraino.

Un popolo si autodetermina anche tramite specifiche parole e termini.

Questo è anche il caso degli ucraini, che hanno visto la traslitterazione del nome della capitale da Kyiv a Kiev. La forza di una parola, di un nome, si ripercuote anche sulla realtà. In un contesto così’ delicato come la guerra scoppiata tra Russia e Ucraina è importante utilizzare la dicitura esatta.

Kiev o Kyiv: il perché della doppia dicitura

Spesso, tramite la tv, radio o giornali (online o cartacei che siano) è capitato spesso che venisse utilizzata una doppia dicitura per Kiev/Kyiv.

La pronuncia multipla nasconde significati geopolitici ben precisi e, talvolta, tragici. Come spiega Next Quotidiano, la pronuncia Kiev è associata, per molti ucraini, alla soppressione della lingua madre ai tempi dell’Unione sovietica. All’epoca, i termini russi furono imposti all’intera nazione. In verità, la pronuncia precisa è Kyiv. Molti sono soliti utilizzare la pronuncia “Kiev” che risulta inesatta, in quanto è una dicitura straniera, ovvero russa.

Campagne per incoraggiare la sgiusta pronuncia

L’Ucraina è uno stato indipendente dal 1991. Da allora, il popolo ha lottato affinché venisse riconosciuta la giusta pronuncia del nome della loro capitale. Le cose si sono complicate nel 2014 dopo l’annessione della Crimea. Nel 2018, in seguito, presero vita numerose campagne sui social per far conoscere al mondo intero la parola Kyiv, caratterizzante la reale identità e l’anima dell’Ucraina, purificandola dalle alterazioni dello straniero russo.