×

L’allarme dell’Oms: “A Mariupol c’è il rischio di un’infezione di colera”

Non solo quello legato a polio e covid, ma a Mariupol e in tutte le zone dell'Ucraina occupate dai russi c’è il rischio di un’infezione di colera”

Un combattente a Mariupol

L’allarme dell’Oms giunge secco e senza possibilità di equivoco: “A Mariupol c’è il rischio di un’infezione di colera”. La coordinatrice delle emergenze sanitarie dell’Oganizzazione mondiale della Sanità Dorit Nitzan spiega che le acque reflue sono mischiate alle potabili. Che significa? Che nelle condizioni attuali la città sul Mar d’Azov è a rischio, perché la promiscuità di alcune situazioni, prima delle quali quella degli ex combattenti dell’acciaieria Azovstal stipati in cunicoli dove hanno bevuto di tutto, crea un serio problema. 

“A Mariupol rischio infezione di colera”

Ha detto la Nitzan: “Nei territori dell’Ucraina occupati, in particolare a Mariupol, c’è il rischio che si diffondano molte malattie, soprattutto il colera”. Insomma, non solo l’allarme virale per il covid, ma anche quello batterico per il colera. Durante un apposito briefing la Nitzan, che è coordinatrice per il settore europeo, ha lanciato quell’allarme che è stato ripreso anche dal portale di notizie “Ukrinform”

Promiscuità ed acque contaminate

Ed ha spiegato: “Secondo le informazioni che riceviamo dalle ong, a Mariupol le acque reflue si mescolano con l’acqua potabile”.

Ecco perché rischio di diffusione di malattie ha spinto Nitzan a chiedere di prendere “precauzioni: prepariamo vaccini e cooperiamo con le ong che possono visitare la città e sostenere le persone“. 

Contents.media
Ultima ora