×

L’allarme di Sokov sulle armi atomiche di Putin e sulla base italiana di Aviano

Dal Centro per Disarmo Nucleare e non proliferazione di Vienna c'è l’allarme di Sokov sulle armi atomiche di Putin e sulla base italiana di Aviano

Nicolai Sokov

L’allarme di Nicolai Sokov sulle armi atomiche di Vladimir Putin e sulla base italiana di Aviano arriva in un momento cruciale della guerra di Mosca a Kiev: l’ex dirigente degli Esteri di Mosca spiega che il timore di essere rovesciato rende lo zar instabile e che il pericolo riguarda anche l’Italia che ospita spot Nato con armi atomiche.

Il componente del Centro per il Disarmo Nucleare e per la Non-Proliferazione di Vienna lo ha spiegato bene: “Aver colpito non tanto gli uomini dei Servizi ma anche gli oligarchi è stato un regalo a Putin”.

L’allarme di Sokov sulla base italiana

“La gente li detesta e anche lo Zar non li gradisce. Ma adesso le sanzioni riporteranno gli oligarchi a investire nel Paese, provocando ancora di più il presidente russo”.

Poi le considerazioni più nevralgiche: “Siamo nella tempesta perfetta, Putin è sempre più avvolto dalla sindrome di Pietro il Grande”. Che cosa significa, al di là dell’indubbio cesarismo del capo del Cremlino? 

Nervi tesi e dito su “quel bottone”

Che ha i nervi tesissimi ed ottime ragioni per averli, ed avere i nervi tesi quando si hanno certi codici non è salutare affatto. Ha chiosato Sokov: “Questo può portarlo a schiacciare il bottone della bomba atomica.

Soltanto l’idea che Biden pensi ad un cambio di regime può portare a qualsiasi reazione. E tra gli obiettivi atomici ne esiste anche uno in Italia: si tratta della base Usa di Aviano“.

Contents.media
Ultima ora