×

L’alpinista scozzese Rick Allen è morto scalando il K2

Rick Allen ha perso la vita cercando di aprire una nuova via sul K2. Oltre a quello dello scozzese, i soccorritori hanno rivenuto altri tre corpi.

Rick Allen

L’alpinista scozzese Rick Allen, 66 anni, ha perso la vita tentando la scalata del K2, la seconda vetta più alta della Terra dopo l’Everest grazie ai suoi 8.609 metri.

Rick Allen morto sul K2: salvi i compagni Jordi Tosas e Stephan Keck

Rick Allen stava provando ad aprire una nuova via sulla parete sud-est (secondo altre fonti, invece, su quella est) del K2 quando è stato travolto da una valanga. Ci sono poche informazioni sull’incidente, solo una breve nota dell’agenzia Karakorum, che aveva organizzato nella stessa giornata una salita per un gruppo di undici alpinisti lungo la via normale del K2, lo Sperone Abruzzi.

I compagni di cordata di Rick Allen, lo spagnolo Jordi Tosas e l’austriaco Stephan Keck, sono stati soltanto sfiorati dalla valanga del K2 e sono rimasti illesi.

“Cantava, scherzava e diceva che era il giorno perfetto per fare questa salita, è finito molto molto male”, ha dichiarato in un video Keck.

Rick Allen morto sul K2: ritrovati anche altri tre corpi

Recuperati dai soccorritori pachistani anche i corpi di altri tre alpinisti. Si tratta dell’islandese John Snorri, del pachistano Ali Sadpara e del cileno Juan Pablo Mohr, dispersi sulla montagna dal 5 febbraio. Karrar Haidri, segretario del Club alpino del Pakistan, ha dichiarato che sono stati ritrovati “nei pressi della posizione K2 8611-M, ed è stato molto difficile recuperarli”.

Rick Allen morto sul K2: nel 2013 aveva vinto il Piolet d’Or

Rick Allen aveva già rischiato nel 2018 sul Broad Peak, 8.047 metri, quando si era allontanato dai compagni di cordata per raggiungere la vetta nonostante una bufera di neve. Dopo una caduta, solo il Gps dello scozzese era stato rinvenuto. In seguito, l’alpinista fu ritrovato grazie all’aiuto delle immagini di un drone.

Sul Broad Peak con Allen c’era anche un altro alpinista scozzese, Sandy Allan.

La coppia “Allen&Allan” è celebre per aver compiuto insieme una delle più grandi imprese sui giganti della Terra, ovvero la traversata della Mazeno Ridge, che con i suoi quasi 12.000 chilometri rappresenta una delle creste più lunghe e impegnative degli Ottomila. Grazie a questa impresa, nel 2013 i due scozzesi vennero premiata a Courmayeur con il Piolet d’Or, l’Oscar dell’alpinismo. Per l’occasione, Allen salì sul palco indossando un kilt rosso e beige.

La coppia britannica raggiunse la vetta della Mazeno Ridge, 8.125 metri, dopo diciotto giorni. Al ritorno in patria, nel luglio del 2012, Allen e Allan raccontarono di essersi divisi “l’ultimo biscotto” prima di affrontare l’ultima parte della salita.

Leggi anche: Tunisia, il presidente Saïed sospende il Parlamento e revoca incarico a premier e ministri

Leggi anche: Ennesimo attacco di squali in Brasile: c’è una vittima

Contents.media
Ultima ora