×

L’annuncio di Samantha Cristoforetti: Iride è il nome della costellazione satellitare italiana

L'annuncio dell'astronauta Cristoforetti: la costellazione italiana avrà come nome Iride, l'obiettivo del progetto.

Samantha Cristoforetti

L’astronauta Samantha Cristoforetti ha dichiarato che la costellazione spaziale italiana si chiamerà Iride. Il progetto sarà realizzato grazie ai fondi del Pnrr. Un progetto importante che fungerà inoltre d’aiuto a diverse amministrazioni e articolazioni dello stato italiano. L’astronauta ha rilasciato tale annuncio durante la presentazione degli esperimenti italiani da parte dell’Agenzia Spaziale Italiana e dell’Agenzia Spaziale Europea, portati avanti a bordo della Stazione Spaziale internazionale nel corso della missione ESA Minerva.

AstroSamantha si trovava all’evento come ospite d’eccezione. 

L’annuncio di Cristoforetti: come sarà finanziato il progetto Iride 

Iride sarà realizzata in Italia grazie ai fondi resi disponibili dal PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza). La costellazione sarà terminata in cinque anni con il supporto dell’Agenzia Spaziale Italiana e dell’Agenzia Spaziale Europea. Essa fungerà da supporto a diverse amministrazioni tra cui la Protezione Civile.

L’obiettivo è il contrasto degli incendi e del dissesto idrogeologico, la tutela delle coste, il monitoraggio delle infrastrutture critiche, le condizioni meteorologiche e la qualità dell’aria. Oltre a ciò, Iride fornirà anche dati analitici per lo sviluppo di applicazioni commerciali da parte di piccole e medie imprese, startup e industrie di settore. Il nome Iride è stato scelto tramite un concorso, a cui hanno partecipato scuole primarie e secondarie di I e II grado.

Il messaggio di sensibilizzazione di AstroSamantha

Samantha Cristoforetti ha risposto ad alcune domande da parte dei giornalisti. L’astronauta ha manifestato il suo interesse per la futura missione ESA. Ha inoltre dedicato alle donne un messaggio di sensibilizzazione sull’osteoporosi, patologia che, secondo quanto confermato da alcuni esperimenti effettuati nello spazio, può essere contrastata grazie a un precoce allenamento con i pesi. 

Contents.media
Ultima ora