×

L’Aquila, auto finisce nel giardino di un asilo: 5 bambini feriti, uno è morto

Un gruppo di bimbi stava giocando in cortile quando all'improvviso è stato investito da un'auto, che ha ferito 5 di loro. Un bambino è deceduto.

laquila asilo 768x433

5 bambini sono rimasti feriti e uno è morto in un’incidente avvenuto a L’Aquila, dove un’auto ha sfondato la recinzione esterna di un asilo ed è piombata nel giardino in cui un gruppo di bimbi stava giocando. Uno di loro sarebbe in gravi condizioni.

L’Aquila, auto finisce nel cortile di un asilo

La vettura era parcheggiata in una strada in discesa quando si è messa in marcia e ha sfondato la recinzione esterna della scuola dell’infanzia 1 Maggio. Le cause che hanno provocato lo spaventoso incidente sono ancora da accertare. Proprietaria del mezzo è una mamma che andava a riprendere il figlio.

Un gruppo di bambini stava giocando in giardino quando è stato investito dal veicolo, che ha ferito 5 di loro.

Una bimba è in gravi condizioni ed è stata trasferita all’ospedale Gemelli di Roma, mentre Tommaso, un bambino di 4 anni, è deceduto.

Dinamica dell’incidente: le ipotesi al vaglio degli inquirenti

A quanto si apprende, il veicolo che ha investito i bambini era una Volkswagen Passat a bordo della quale era presente un minorenne. La vettura, appartenente a una mamma che era andata a prendere il figlio all’asilo, era parcheggiata su una strada in discesa quando ha improvvisamente cominciato a muoversi.

Le forze dell’ordine stanno indagando al fine di comprendere cosa abbia determinato il drammatico incidente che ha provocato la morte del piccolo Tommaso e il ferimento di altri cinque bambini. Tra le ipotesi esaminate dagli inquirenti volte a stabilire cosa abbia portato l’auto a mettersi in marcia figura anche quella che il minore rimasto a bordo della Volkswagen possa aver sbloccato il freno a mano per gioco innescando la tragica sequenza di eventi.

Pare, intanto, che la donna alla quale appartiene l’auto sia stata incriminata per omicidio stradale dalle autorità competenti.

Contents.media
Ultima ora