×

L’ipotesi del Governo Draghi: Green pass obbligatorio su treni, navi e aerei

Il Governo Draghi è al lavoro per estendere l'obbligatorietà del Green pass per accedere in altri luoghi. In settimana anche la decisione sulla scuola.

Mario Draghi

Il Governo Draghi, visto l’aumento dei contagi da variante Delta, sta lavorando per valutare la possibilità di rendere il Green pass obbligatorio anche per i principali mezzi di trasporto.

L’ipotesi del Governo Draghi: Green pass obbligatorio su treni, navi e aerei. Verso l’estensione

Non è ancora arrivato il giorno in cui il Green pass sarà obbligatorio per i luoghi al chiuso e gli eventi, che il Governo già sta decidedendo, per la fine di agosto, di estendere l’utilizzo della certificazione per altri luoghi, come i mezzi di trasporto a lunga percorrenza, grandi esclusi dal nuovo Decreto Covid nonostante la stagione estiva. Si discute anche sull’obbligo di vaccinare il personale scolastico al fine di evitare un ulteriore anno scolastico svolto a distanza.

L’ipotesi del Governo Draghi: Green pass obbligatorio su treni, navi e aerei. Obbligatorietà o forte raccomandazione?

Si stanno facendo sentire in questi giorni le proteste dei no-vax che sono diventati adesso no-Green pass. L’idea del Governo sarebbe quella di rendere il Green pass piuttosto che obbligatorio, fortemente raccomandato per alcune attività, in quanto comunque molte persone, per motivi di salute, non posso vaccinarsi. Resta comunque valido, al fine di accedere nei luoghi per cui è previsto il Green pass, un certificato di avvenuta guarigione dal Covid-19 ed un tampone negativo effettuato almeno nelle 48 ore antecedenti.

Si continua ad escludere da tale misura restrittiva il trasporto pubblico locale, ma il Governo sta lavorando all’ipotesi di aumentare i mezzi e le corse giornaliere. La data entro cui entreranno in vigore queste eventuali decisioni, salvo urgenti necessità, resta fine agosto.

L’ipotesi del Governo Draghi: Green pass obbligatorio su treni, navi e aerei. Verso la decisione sulla scuola

Il Governo, insieme al Ministro dell’Istruzione Bianchi, potrebbero optare verso un cambio di rotta nei confronti dell’obbligo vaccinale al personale scolastico, decidendo di renderlo fortemente raccomandabile piuttosto che obbligatorio.

Molto duro Antonello Giannini, Presidente dell’Associazione Nazionale dirigenti pubblici e altre professionalità della scuola, che ha sottolineato come sia una priorità vaccinare, in quanto è difficile garantire nelle scuole il distanziamento sociale e come la didattica a distanza non debba diventare la norma, ma è necessario tornare alla normale didattica in presenza. Il Ministro Bianchi dovrà incontrare il prima possibile i sindacati per evitare che si arrivi già all’inizio dell’anno scolastico, previsto per settembre, con focolai sparsi ovunque.

LEGGI ANCHE: Green pass obbligatorio ma il numero 1500 per recuperare il codice è sempre occupato: è polemica

Contents.media
Ultima ora