La "Bella Bologna" della Cancellieri | Notizie.it
La "Bella Bologna" della Cancellieri
Cronaca

La "Bella Bologna" della Cancellieri


Tre milioni di euro per fare «Bella Bologna». Il commissario Anna Maria Cancellieri ha descritto gli interventi – in parte già realizzati – che serviranno a ripulire la città con i soldi (2,8 milioni) risparmiati in questi 14 mesi di commissariamento. Via i cassonetti più ingombranti e i cartelloni pubblicitari dal centro. Arrivano, invece, le colonne per i manifesti degli spettacoli sul modello delle metropoli europee («All’inizio saranno quattro»), mappe turistiche della città alle fermate Atc e segnali speciali per indicare zone di particolare bellezza come l’ex ghetto ebraico.

Isole ecologiche nel centro storico. Spunta il piano elaborato insieme ad Hera per rivoluzionare la raccolta dei rifiuti dentro le mura. L’idea, come spiega il direttore del dipartimento Qualità della città Giacomo Capuzzimati presentando l’atto finale di «Bella Bo», è «spingere moltissimo sul porta a porta, ma aumentando anche le isole ecologiche (ne sono previste una decina, compresa quella nuova di zecca che verrà presto installata in Piazza Minghetti) e adottando per alcune utenze cassonetti più piccoli», simili a quelle già in uso nella zona universitaria.

Per la prossima amministrazione, se deciderà di proseguire su questa strada, è previsto un investimento da circa 3,5 milioni (da cui andranno però detratte le spese attuali), che porterebbe un’impennata al 50% della quota di raccolta differenziata. Ma l’eliminazione o lo spostamento dei cassonetti più antiestetici è già cominciato. Si è partiti da quelli di piazza Cavour e dall’incrocio D’Azeglio-Farini e presto si passerà a quelli di via Rizzoli e via Ugo Bassi.

Via gli ingombri e i cartelloni pubblicitari. Finora sono stati eliminati 450 elementi sui 1.200 mappati dagli uffici. Un intervento ancora più massiccio è in corso sui cartelloni pubblicitari. Ne verranno eliminati 1.600, di cui 320 sui viali. Il « nucleo più antico del centro» verrà totalmente ripulito e i cartelloni non saranno rimpiazzati. Ci sono poi gli interventi per 2,8 milioni di euro sull’arredo di diverse vie, piazze e giardini. L’ultimo cantiere è partito in piazza Verdi solo pochi giorni fa. «Tutti saranno conclusi entro il 2011», spiega Francesco Evangelisti, numero uno dell’ufficio per il centro voluto e messo a punto da Cancellieri.

Nuove isole pedonali in cantiere. In maggio arriveranno i ciliegi in via Orefici, poi sarà la volta della pedonalizzazione di piazza San Domenico e di via Pepoli (i lavori per la pavimentazione di questa via verranno affidati il 5 maggio, così come quelli per via Parigi). «Stiamo lasciando una cosa molto bella, potrà fare la differenza sulla bellezza di questa città», ha spiegato Cancellieri nel corso della conferenza stampa tenuta oggi a Palazzo D’Accursio. L’amministrazione commissariale lascerà in eredità anche il vademecum per la cura del centro e il dossier per il futuro sindaco firmato dal superconsulente Bruno Gabrielli. «L’obiettivo finale- spiega quest’ultimo- è che almeno nella cerchia più antica non si entri più con l’auto». Infatti, mette in chiaro, oggi ci sono «troppi accessi rispetto alla realtà del centro storico».

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche