×

La conduttrice del Tg russo: “L’Ucraina non vincerà perché ha soldati gay”

Stanno facendo scalpore e ribrezzo in tutto il mondo le parole di una nota conduttrice del Tg russo: “L’Ucraina non vincerà perché ha soldati gay”

In mimetica, Viktor Pylypenko

Stanno facendo molto scalpore le parole di una conduttrice del Tg russo: “L’Ucraina non vincerà perché ha soldati gay”, ma la smentita alla preistorica anchor woman è arrivata proprio da un gruppo di attivisti LGBTQ  che in uno scantinato hanno catturato proprio dei soldati russi.

La guerra in Ucraina non è gradita in ampie sacche della stessa società russa, tuttavia Vladimir Putin ed il suo cerchio magico stanno provando veramente di tutto per spacciare una guerra deliberata come una reazione volta al ripristino della pace

“L’Ucraina ha soldati gay, non vincerà”

E in quest’ottica a clessidra i media e la tv hanno una parte importante, importante e sempre più spesso becera.

Becera come quella conduttrice tv russa che ha detto come gli ucraini non vinceranno mai perché annoverano nella loro file sondati gay. E non solo è vero, ma è anche poco piacevole proprio per i russi, visto che si tratta di fanti e volontari di assoluto pregio tattico. Ad ogni modo la conduttrice del più importante Tg russo, in piena fregola omofoba ed adorante rispetto alla mistica del suo capo, ha detto che i russi vinceranno certamente la guerra, visto che in Ucraina hanno mandato al fronte dei militari gay.

“Stiamo avanzando e vinceremo, come potremmo non farlo?

Lo scherzetto che proprio i soldati LGBTQ hanno fatto ai russi

E poi: “La vittoria sarà tutta nostra. Impossibile non vincere con gli ucraini che schierano battaglioni formati soltanto da soldati f***i”. La migliore smentita alla troglodita anchor woman l’ha data a suo modo l’attivista e veterano LGBTQ Viktor Pylypenko in una recente intervista rilasciata al quotidiano The Israel Hayom. L’uomo ha raccontato di aver catturato assieme ad un gruppo dei suoi alcuni soldati russi in un seminterrato nella città di Kharkiv

Contents.media
Ultima ora