×

La Corea del Nord distrugge il sito nucleare di Punggye-ri

Condividi su Facebook

Smantellato il sito nucleare nordcoreano. Presenti circa 20 giornalisti internazionali come testimoni: "Una grande esplosione, poi caldo e polvere".

La Corea del Nord ha inaugurato le operazioni di smantellamento del sito nucleare di Punggye-ri davanti a un gruppo di giornalisti della stampa internazionale, selezionati come testimoni dell’evento. Tra la mattinata e il pomeriggio di giovedì 24 maggio, i reporter hanno affermato di aver udito una serie di esplosioni provenienti dall’interno del sito, che il Paese asiatico avrebbe deciso di distruggere come mossa di avvicinamento verso la Corea del Sud e gli Stati Uniti.

Non è stata invece concessa la presenza di ispettori indipendenti che verificassero lo smantellamento. Secondo alcune versioni, il sito sarebbe stato chiuso perché inutilizzabile dopo alcune esplosioni durante un test avvenuto a settembre 2017.

Corea del Nord, smantellato sito nucleare

La Corea del Nord ha compiuto un primo importante passo verso la denuclearizzazione, una mossa che arriva in seguito all’incontro del 27 aprile 2018 tra il presidente nordcoreano Kim Jong-un e il leader della Corea del Sud Moon Jea-in con l’obiettivo di riportare la pace tra i due paesi.

In quest’ottica, era stata particolarmente importante la foto che ha fatto il giro del mondo della stretta di mano tra i due capi di stato.

Tra le proposte avanzate dalla Corea del Nord, proprio in vista di una distensione dei rapporti con la Corea del Sud e di conseguenza gli Stati Uniti di Donald Trump, c’era quella riguardante lo smantellamento del sito nucleare di Punggye-ri, situato in una regione montuosa a nord del Paese.

Anticipata dunque a parole, la distruzione dell’area è avvenuta tra la mattina e il pomeriggio di giovedì 24 maggio, di fronte a un gruppo di circa 20 giornalisti della stampa internazionale selezionati dal governo nordcoreano come testimoni dell’operazione. Al contrario, è stato negato l’accesso ad ispettori indipendenti.

In effetti, i reporter presenti sulla scena hanno dichiarato di aver udito una serie di esplosioni provenire dal sito, detonazioni avvenute in alcuni tunnel di Punggye-ri, che sarebbero quindi stati distrutti.

Tom Cheshire di Sky News era tra i giornalisti invitati all’evento, e ha raccontato alla sua emittente: “Siamo saliti su una montagna e abbiamo guardato la detonazione da circa 500 metri“, ha detto, “hanno fatto il conto alla rovescia: tre, due, uno.

Poi c’è stata una grande esplosione, la polvere e il calore ti arrivavano addosso. È stata fortissima”.

Cosa si sa su Punggye-ri

Il sito nucleare di Punggye-ri è stato finora utilizzato per sei test nucleari a cominciare dall’anno 2006, avvenuti nel sistema di tunnel che sono stati scavati sotto il Monte Mantap.

Era considerato l’unico sito nucleare attivo al mondo, e ci sono alcuni dubbi riguardanti l’operazione di smantellamento annunciata e realizzata dalla Corea del Sud. Secondo alcuni scienziati, infatti, il Paese sarebbe stato obbligato a procedere con la distruzione dell’area, che sarebbe parzialmente crollata in seguito ad alcuni test tenuti a settembre 2017 che avrebbero reso il sito inutilizzabile.

Nato a Milano, classe 1991, laureato in Storia all'Università Cattolica del Sacro Cuore. Ha collaborato con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Alessandro Bai

Nato a Milano, classe 1991, laureato in Storia all'Università Cattolica del Sacro Cuore. Ha collaborato con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.