La crisi e i Saldi. Rosario Trefiletti: «solo una goccia nell’oceano dei problemi» - Notizie.it
La crisi e i Saldi. Rosario Trefiletti: «solo una goccia nell’oceano dei problemi»
Economia

La crisi e i Saldi. Rosario Trefiletti: «solo una goccia nell’oceano dei problemi»

Il quadro economico che ha fatto l’Istat sulla condizione delle famiglie italiane risulta drammatico e addirittura più grave del previsto. Infatti, il rapporto annuale del 2010 vede una flessione nei consumi e di conseguenza nel rapporto interno ai nuclei familiari, salario – qualità della vita, e come afferma Rosario Trafiletti (Presidente della Federconsumatori), «la situazione fotografata dall’Istat sulle condizioni delle famiglie è certamente assai grave, come abbiamo denunciato già in numerose occasioni. L’unico difetto (se così si può definire) di tale rapporto, è che è datato al 2009, e non tiene conto quindi dei profondi disagi ai quali i cittadini hanno dovuto far fronte nell’arco del 2010».
Inoltre, come rileva sempre il Presidente della Federconsumatori «non bisogna dimenticare che il pessimo andamento registrato nel corso di quest’anno: la cassa integrazione ha superato quota un miliardo di ore; il tasso di disoccupazione è ormai stabile oltre l’8,5% e il potere di acquisto, dal 2007 ad oggi, è crollato di ben il -9,6% (secondo i dati dell’osservatorio nazionale Federconsumatori)».
La Federconsumatori chiede al governo provvedimenti della massima urgenza come potrebbe essere «una detassazione per le famiglie a reddito fisso di almeno 1.200 Euro annui; una ripresa degli investimenti per la ricerca e lo sviluppo tecnologico; interventi per bloccare la corsa di prezzi e tariffe, accelerando, inoltre, riforme di settore (da quello petrolifero a quello agroalimentare)».
Infatti, in questa situazione s’innesta la polemica sui saldi e sul rilancio dei consumi.

Si mette in evidenza che i saldi, così concepiti, non aiutano a combattere il calo dei consumi. Lo dicono gli esponenti delle associazioni di rappresentanza delle categorie, intervistati durante la trasmissione “Radio anch’io” in onda su Radio Rai 1.
Quella che era nata come normativa a sostegno dei commercianti, ora sono proprio loro a contestarla. Infatti, l’associazione di categoria rileva che si tratta di «leggi regionali che imbrigliano quel minimo di concorrenza che potrebbe giovare ai consumatori», spiega Paolo Martinello, presidente di Altroconsumo, per il quale si tratta «tecnicamente di un cartello» e «se non ci fosse la legge, l’Antitrust lo boccerebbe perché è una pratica anticoncorrenziale». Dovrebbe essere il commerciante a decidere, in concorrenza con gli altri, quando fare sconti e liquidazioni. Il periodo natalizio che stiamo vivendo non è infatti coinciso con una ripresa reali dei consumi.
Ci sono compartimenti specifici dove i consumi vanno «relativamente bene», dice Martinello, lì dove c’è «convenienza, concorrenza e novità, come il settore tecnologico, e i consumatori acquistano perché ci sono prezzi sempre più conveniente e prodotti sempre più nuovi», ma ce ne sono altri che languono.
Sempre da più parti viene proposta l’anticipazione dei saldi, come è già stato fatto nelle maggiori capitali europee, esempio fra tutti Londra.

Una scelta che secondo Rosario Trefiletti, presidente di Federconsumatori, è «solo una goccia nell’oceano dei problemi» ma «può ridare un po’ d’ossigeno», in un momento nel quale «siamo nella terra di nessuno, i saldi inizieranno tra qualche giorno e i cittadini non comprano prima». Il presidente di Federconsumatori fa una proposta che sulla carta può risultare concreta e andare incontro alle esigenze delle famiglie: «Chiediamo da anni la liberalizzazione dei saldi: è un questione di buon senso, un po’ di coraggio e meno provincialismo». Dello stesso avviso è anche Mauro Bussoni, vicedirettore nazionale di Confesercenti: «Il vero problema, avverte, non è anticipare i saldi ma dare più disponibilità nelle tasche degli italiani», perché ormai «6 consumatori su 10 aspettano i saldi per fare acquisti importanti». Questa incertezza di fondo è sentita anche da Sergio Marini, presidente di Coldiretti. «Bisogna trovare una soluzione per far avere più soldi nella busta paga dei consumatori» mentre «ci avviamo verso un anno abbastanza difficile dal punto di vista della finanza pubblica».
Dalle imprese possono arrivare «piccole soluzioni che però possono aiutare», come calmierare i prezzi al consumo e introdurre meccanismi per ridurre le filiere produttive.

E in questo contesto, lo Stato deve essere «facilitatore sia per le imprese e sia per i lavoratori, dando loro la possibilità di disporre di maggiori risorse».
La domanda nasce spontanea quale sarà l’andamento dei prossimi saldi, record o flop?

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Diadora Cyclette Diadora Atlas
149 €
315 € -53 %
Compra ora
Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora