×

La “croce nazista” di Zelensky in tv e le fake news della Russia su un equivoco

Lo sconcerto sulla presunta “croce nazista” di Zelensky in tv fonda su un equivoco e sulla malafede di chi segue le teorie di "denazificazione" di Putin

Volodymyr Zelensky con la croce sul petto della maglietta militare

Spopola in questi giorni sul mainstream e sui social la “croce nazista” sulla maglietta militare di Volodymyr Zelensky in tv e le fake news della Russia su un equivoco evidente per parte contagiano anche i social italiani. In realtà la propaganda di Mosca ha attaccato il presidente dell’Ucraina per un simbolo principesco precedente e di molto al nazismo, che ha solo due torti: essere graficamente e nella sua forma stilizzata su tessuto molto simile al suo omologo usato nel Terzo Reich ed essere un simbolo nazionale che nella turbolenta storia dell’Ucraina venne scovato ed utilizzato anche dalle destre criminali di Kiev, un po’ come da noi il fascio littorio che è stato e resta romano molto prima di essere fascista. 

“Croce nazista” di Zelensky in tv e polemiche

Ad ogni modo da quando è circolata una serie di foto che mostra Zelensky indossare la sua classica t-shirt verde è scoppiato un mezzo putiferio alimentato da Mosca che per bocca di Vladimir Putin vuole “denazificare” l’Ucraina. E anche qualche utente social nostrano si è messo a traino. 

Le precisazioni del ministero della Difesa di Kiev

La croce in questione non è un simbolo nazista e il ministero della Difesa ucraino lo ha precisato.

“Si tratta di una croce equilatera diritta con lati divergenti di colore cremisi, al centro della quale in un medaglione blu rotondo c’è l’immagine del segno dello Stato principesco di Vladimir il Grande“. Quella nazista è invece una “croce patente di colore nero, racchiusa in una cornice argentata”. Il simbolo, a sua volta eredità della Prussia federiciana, fu adottato dalla Germania nazista nel 1939.

Contents.media
Ultima ora