×

La denuncia sulle sostanze sconosciute usate a Mariupol: armi chimiche?

Alcune fonti denunciano il rilascio di una sostanza velenosa a Mariupol. Si tratta di armi chimiche?

Mariupol sarebbe sotto minaccia di armi chimiche

La denuncia delle forze armate di Kiev sulle sostanze sconosciute usate a Mariupol fomenta un dubbio atroce: erano armi chimiche? L’esercito ucraino sostiene che molti cittadini hanno avuto una “insufficienza respiratoria” e lo fa nelle ore in cui l’assedio di Mariupol si fa ancora più stringente.

Dal canto loro i separatisti filo-russi annunciano di aver preso il porto della città, anche se le autorità locali ribattono di non essere state affatto sconfitte.

Armi chimiche usate a Mariupol?

E gli ultimi report ucraini parlano di “armi chimiche” che sarebbero state utilizzate in città dalle forze russe. In quelle affermazioni si parla di una “sostanza velenosa di origine sconosciuta contro militari e civili”, lanciata sulla città da un drone.

La fonte sarebbe il reggimento Azov tramite un’apposita pagina Facebook, ma ci sono due elementi di cui tener conto: l’Azov non parla a nome del governo e quella pagina è scritta in russo, perciò pare essere una pagina fake.

Quella strana “insufficienza respiratoria”

Ad ogni modo lì si dice che numerosi cittadini starebbero avendo “un’insufficienza respiratoria”. Anche il post della 36esima brigata marina separata, secondo cui “dopo 47 giorni di difesa di Mariupol, le risorse della brigata si sono esaurite”, è un fake.

Lo ha confermato il sindaco Serhiy Orlov. A parere dell’esperto Andriy Shor la pagina sarebbe stata hackerata.

Contents.media
Ultima ora