×

La festa di Altofonte finisce in tragedia

Doveva essere l’occasione per festeggiare la patrona di Altofonte, ma per il cineoperatore Calogero Scimeca, 45enne originario di Ciminna, quella ad Altofonte è stata l’ultima ripresa. Si deve ancora appurare la dinamica, ma quel che si è capito è che un colpo di fucile, sparato durante la festa della patrona, lo ha colpito in pieno. Calogero Scimeca era stato trascinato là dal destino, dalla sfortuna o se preferite da un incidente che aveva costretto il suo collega a cedergli il posto come cineoperatore per un matrimonio che si sarebbe tenuto di pomeriggio. Poi la tragedia. Il sindaco di Altofonte, Vincenzo di Girolamo, ha deciso di sospendere la festa in onore della patrona del paese in provincia di Palermo in forma di rispetto per la vittima.

**Aggiornamento ore 17:00**

Il colpo è partito durante una foto a casa dello sposo, mentre era in posa col fucile.

Lo sposo, militare 25enne appena tornato, adesso è indagato per omicidio colposo insieme ai genitori mentre il matrimonio è stato rinviato a data da destinarsi, visto il processo che partirà a carico di chi ha materialmente sparato il colpo e di chi ha caricato il fucile e lo ha lasciato senza sicura.

Dottore in Giornalismo per uffici stampa, blogger dal 2005, a breve giornalista pubblicista, si interessa di tutto. Ma anche di più. Lo trovate sempre in giro per Palermo.


Contatti:

Contatti:
Francesco Quartararo

Dottore in Giornalismo per uffici stampa, blogger dal 2005, a breve giornalista pubblicista, si interessa di tutto. Ma anche di più. Lo trovate sempre in giro per Palermo.

Leggi anche