×

La Flat Tax costa più del Reddito di cittadinanza e Salvini “ha torto”

Perché e con quali meccanismi di analisi alcuni economisti hanno detto che la Flat Tax costa più del Reddito di cittadinanza e che Salvini "ha torto"

Matteo Salvini

Basta fare due conti per accorgersi del fatto che la Flat Tax costa più del Reddito di cittadinanza e che forse Matteo Salvini ha torto nel proporre il suo cavallo di battaglia come antitesi alla misura pentastellata considerata stereotipo di uno Stato “scialone”.

Lo sostiene Pagellapolitica che parte da un assunto: se lo Stato “riduce le imposte sui redditi delle persone, deve trovare poi il modo di recuperare le risorse non più incassate”. 

Flat Tax e Reddito di cittadinanza, il confronto

E c’è un evidente rischio, quale? Che si vadano a tagliare i servizi finanziati dalle risorse non più utilizzabili. Fin qui ci siamo: il sito sostiene che “il programma presentato dal centrodestra non menziona dove saranno trovate le coperture, mentre il già citato disegno di legge della Lega è piuttosto vago sul tema”.

Ci sarebbero però delle stime riportate proprio suo costi della Flat tax effettuati dagli economisti Massimo Baldini e Leonzio Rizzo su Lavoce

Gli studi degli economisti sul tema

Con la flat tax voluta dalla Lega ci sarebbero minori entrate per circa 58 miliardi di euro e ci sono altre stime come quella dell’ex presidente dell’Inps Tito Boeri che cita 80 miliardi di euro. Il dato empirico è che queste sono somme molto più alte del costo per anno del reddito di cittadinanza, per finanziare il quale ci sono voluti 5,9 miliardi di euro per il 2019, 7,2 miliardi per il 2020 e 7,4 miliardi per il 2021, “stabilendo un limite di spesa di 7,3 miliardi annui a partire dal 2022”. 

Contents.media
Ultima ora